Impronta ecologica: glossario ambiente

Eccoci a un nuovo appuntamento con il glossario ambientale de LeROSA: la voce che esploreremo oggi è impronta ecologica.

Io credo profondamente nel potere delle parole: possono dare origine a malintesi e divisioni, ma possono anche creare ponti, condivisione, scambio, comunione, fino a generare azioni, e azioni per il bene di tutti.

Il senso di questa rubrica è tutto qui: dare un piccolo contributo alla costruzione di un lessico veramente condiviso, che ci aiuti a fare scelte consapevoli nel nostro rapporto con l’ambiente, sia come persone singole che come comunità.

[E qui , come sapete, voglio che sentiate nella vostra testa una musichetta di sottofondo, tipo sigla di Quark… no, anzi: esattamente la sigla di Quark!]

Photo by Anika Mikkelson on Unsplash

Impronta ecologica, cos’e?

L’impronta ecologica è un indicatore quantitativo che stima la quantità di risorse naturali utilizzate da noi esseri umani per soddisfare i nostri bisogni, in tutte le fasi del processo:

  • dalla produzione dei beni e dei servizi che utilizziamo
  • all’assorbimento delle emissioni dovute alla loro produzione e al loro uso
  • fino allo smaltimento dei rifiuti che derivano dal nostro stile di vita.

Più precisamente, l’impronta ecologica misura in ettari le aree biologiche produttive del pianeta Terra, compresi i mari, che sono necessarie per rigenerare le risorse che consumiamo.

In pratica, ci dice di quanti pianeti abbiamo bisogno per sostenere il nostro stile di vita.

Si calcola confrontando le risorse naturali consumate da un singolo individuo con lo spazio che egli occupa.

Secondo la Commissione Mondiale per l’Ambiente e lo Sviluppo, ognuno di noi ha a disposizione 1,7 ettari di Terra da cui trarre le proprie risorse e su cui riversare i propri rifiuti: questo valore è il riferimento che consente di confrontare le impronte ecologiche delle diverse popolazioni. Se lo superiamo, significa che il nostro stile di vita è insostenibile.

Attualmente, l’impronta ecologica mondiale supera la capacità bioproduttiva della Terra: stiamo consumando le risorse più velocemente di quanto dovremmo, intaccando il capitale naturale e mettendo a rischio la disponibilità futura di risorse, per noi e per chi verrà dopo di noi.

Paradossalmente, un’emergenza mondiale come quella causata dal Coronavirus ha temporaneamente alleggerito la nostra impronta ecologica, grazie alla riduzione drastica, durante la pandemia, delle emissioni prodotte da auto, aerei, industrie e attività produttive.

Non dobbiamo certo augurarci altre epidemie, per alleggerire la nostra impronta ecologica, ma è il caso di ricordare che

“Non viviamo un solo giorno senza avere un impatto sul mondo circostante. Ogni azione fa la differenza, sta a te decidere quale tipo di differenza vuoi fare”.

[Jane Goodall, etologa]

[E a questo punto riparte la sigla di Quark!]

Se vuoi approfondire questo argomento, puoi leggere anche l’articolo “Impronta ecologica: cos’è, come calcolarla e come ridurla“.

A presto, con una nuova parola!

Vuoi saperne di più sul progetto LeROSA e collaborare con noi?

Contattaci

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Michela Poles

Michela Poles

Mi chiamo Michela e, pur essendo nata nello scorso millennio, non ho ancora smesso di sognare un mondo migliore, e di amare il mondo in cui vivo. Ho un marito, una figliastra, due cani, un gatto, una tartaruga, e un orto di trenta metri quadri. Avevo anche un lavoro in azienda, nell'area della comunicazione, ma l’ho lasciato perché non mi assomigliava più: mi assomiglia di più l’orto.

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori


E per conoscere la Founder del progetto LeROSA, Giulia Bezzi, esperta SEO e Content Marketing, scegli i libri nei quali sono presenti i suoi contributi:

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora