la riscoperta della bicicletta

La riscoperta della bicicletta

La bicicletta è un mezzo di trasporto ecologico ed economico. In questi mesi la stiamo riscoprendo perché ci permette un buon distanziamento e grazie agli incentivi statali per l’acquisto di questi mezzi di trasporto.

Oltre alla classica bicicletta, il bonus incentiva l’acquisto di biciclette elettriche, monopattini, hoverboard e segway. Tutti i cittadini maggiorenni possono accedere ai bonus e ricevere fino a 500 euro per l’acquisito di uno di questi mezzi, sia nuovo che usato. 

Nel post troverai informazioni che riguardano:

  • la bicicletta come mezzo ecologico;
  • come ottenere il bonus biciclette;
  • tre itinerari in bicicletta in Italia. 

La bicicletta, mezzo ecologico

La bicicletta è un mezzo ecologico. La stiamo riscoprendo proprio durante questa seconda fase che ci impone ancora il distanziamento sociale. In piena primavera, abbiamo tirato fuori dalle nostre cantine e dai box le biciclette e ci siamo dedicati a quelle piccole e grandi riparazioni necessarie per ripartire. 

Pedalare è più che mai uno sport salutare. Le passeggiate in bicicletta lungo le piste ciclabili sono la vera riscoperta di questa stagione estiva.

La bicicletta è economica, oltre ad essere ecologica: una volta acquistata, ci permette di muoverci con la sola forza dei nostri muscoli risparmiando per il carburante e inquinando meno l’ambiente.

Le nuove biciclette sono leggere, dotate di marce e curate nel design e nei particolari. Hanno la possibilità di installare seggiolini per viaggiare con i bambini e sacche per trasportare oggetti, per fare piccoli acquisti in libertà.

La ripresa delle attività ha visto gli italiani in coda davanti ai negozi e ai grandi magazzini per acquistare biciclette e monopattini. Le vendite di biciclette online hanno registrato aumenti mai visti prima, tanto che le liste di attesa si sono rivelate piuttosto lunghe.

In tante città estere quali Copenaghen, Amsterdam e Stoccolma le persone che si spostano sulle due ruote sono circa il 30%: in Italia siamo attorno al 5%, ancora lontani da quella percentuale.

La bicicletta elettrica, o e-bike, sta conquistando gli italiani: potrebbe prendere il posto di quella classica. Con la carica elettrica di una notte, permette di muoversi comodamente in città con meno sforzo.

L’alternativa della bicicletta ad idrogeno viene presa di nuovo in considerazione da molte ditte produttrici dopo che gli studi sulla sua produzione erano stati messi da parte. Si pensa ad una bicicletta in grado di produrre idrogeno direttamente mentre si pedala. 

L’Italia nella produzione di biciclette ha una lunga storia. Molti marchi noti in tutto il mondo stanno progettando e mettendo in vendita modelli che fanno sempre più gola anche al mercato estero.

La bicicletta è un mezzo italiano d’eccellenza che stiamo cominciando a produrre e ad esportare di nuovo nel mondo.

Vuoi farti promuovere ne LeROSA?

Contattaci

Bonus biciclette e mobilità nelle città

Il bonus biciclette ha favorito la vendita di questo mezzo di locomozione ecologico. Nel mese di maggio 2020 sono state vendute circa 200.000 biciclette, molte a pedalata assistita. I dati più aggiornati parlano di più di 500.000 biciclette acquistate dagli italiani questa primavera e la richiesta per questo tipo di veicolo è ancora in aumento. Le vendite riguardano soprattutto le zone interessate dal bonus biciclette, ma anche nei paesi più piccoli la voglia di pedalare è aumentata e le vendite registravano già notevoli incrementi prima dell’introduzione del bonus.

Il bonus bicicletta consiste in un contributo pari al 60% della spesa sostenuta per acquistare una bicicletta – nuova o usata, anche a pedalata assistita – o un veicolo per la mobilità personale a propulsione elettrica sia nuovo che usato: monopattino, hoverboard e segway.

  • il rimborso per ciascun acquisto sarà al massimo pari a 500 euro;
  • per ottenere il rimborso occorre conservare la fattura e allegarla alla domanda da presentare online;
  • il buono mobilità può essere richiesto per il 2020 da cittadini maggiorenni con residenza (non domicilio):
    • nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti)
    • nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti) 
    • nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti
    • nei Comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto i 50.000 abitanti).

Il rimborso avverrà nei limiti delle risorse disponibili: il bonus biciclette 2020 prevede una somma totale di 125 milioni di euro. Il portale del Ministero dell’Ambiente dove registrarsi e richiedere il rimborso non è ancora in funzione. Gli italiani hanno incominciato ad acquistare le loro biciclette e i monopattini pensando di richiedere il rimborso appena sarà possibile.

L’utilizzo della bicicletta è in crescita nelle città per recarsi al lavoro. La bici piace anche alle famiglie per fare sport nei fine settimana.

Questo boom dell’uso delle biciclette deve farci ripensare all’utilità delle piste ciclabili, alle strade in città, ai collegamenti tra treni e metropolitane per un territorio a misura d’uomo e di famiglia, per una mobilità più sostenibile nelle nostre città.

Itinerari in bicicletta

Gli itinerari in bicicletta nel nostro Paese sono moltissimi e non è facile scegliere. Per il nord Italia vi propongo un itinerario in Veneto, uno in Toscana per il centro e infine in Puglia per il sud Italia.

Cercando online troverete le mappe delle piste ciclabili e ulteriori suggerimenti per ogni zona del nostro Paese. 

Il primo itinerario che vi propongo riguarda il Veneto e i colli trevigiani. Il Veneto è una regione verde nella quale è facile utilizzare la bicicletta. I colli trevigiani permettono di unire due itinerari: quello green, legato alla natura, e quello enogastronomico con la possibilità di assaggiare vini e prodotti tipici locali. 

Uno dei percorsi amati da chi gira su due ruote parte da Montebelluna e si snoda per circa 35 chilometri. Le zone d’interesse sono l’abbazia di Sant’Eustachio, Biadene, Nervesa della Battaglia e Giavera del Montello.

Il secondo itinerario si snoda tra le bellissime colline della Maremma toscana. Tra natura selvaggia e tradizione, l’itinerario prevede ottimo cibo e luoghi ricchi di arte e di cultura da visitare. Il percorso per chi ama queste zone è lungo circa 75 chilometri: parte da Capalbio e arriva a Santo Stefano, passando da Monte Argentario e Porto Ercole. Il paesaggio è ricco di flora e fauna, attraversa zone lagunari, arriva alla Riserva Naturale Duna di Feniglia. 

Scendendo a sud, la Puglia è una regione ricca di itinerari per biciclette, tra natura e cultura. Un itinerario lungo circa 25 chilometri unisce la bellezza del barocco alla meraviglia della costa pugliese. Si parte da Giovinazzo per arrivare a Trani, con tappa al Duomo di Molfetta e alla Cattedrale di Bisceglie. A Trani, oltre alla bellezza della natura, si potranno visitare la Cattedrale e il fortino di Sant’Antonio.

Vuoi scrivere all’espert* di questo articolo?

contatta

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Sabrina Lorenzoni

Sabrina Lorenzoni

Biologa, blogger, copywriter, mi occupo di segreteria generale e comunicazione online in ambito natura e ambiente. "curiosa di natura" è il mio blog. Collaboro con case editrici, siti e web-magazine, sono blogger de LeROSA. Amo la natura e gli animali, mi piace leggere, ascoltare musica, viaggiare

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori


E per conoscere la Founder del progetto LeROSA, Giulia Bezzi, esperta SEO e Content Marketing, scegli i libri nei quali sono presenti i suoi contributi:

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora