come decorare il bagno

Come decorare il bagno

In questo articolo ti racconterò come decorare il bagno in modo personale, rendendolo un luogo confortevole da vivere. Prima di decorare il bagno, ci sono certo degli obblighi a cui non si può rinunciare. Avere gli spazi  per i sanitari, la doccia o la vasca, il lavandino con mobile annesso e, spesso, l’inclusione di elettrodomestici come la lavatrice e l’asciugatrice, rende già un bagno completo e probabilmente ben riempito.

Cosa possiamo fare perciò per trasformare questa stanza, molto spesso anche tra le più piccole della casa, un ambiente confortevole e bello da vivere? Non dimentichiamo che è uno dei luoghi più intimi della nostra dimora, quel posto dove ti metti letteralmente a nudo. Non parlo esclusivamente del fare la doccia o altro ma del fatto che questa stanza può occupare il tempo di telefonate, diventare rifugio di emozioni o di momenti di solitudine di cui si ha bisogno.

Per lo meno per me è così, ma fosse anche solo per il primo motivo, cioè utilizzarlo semplicemente per il suo scopo, merita comunque di essere decorato come si deve, visto inoltre lo spirito profondo che ci ho voluto collegare, non ti sembra?

Cominciamo allora da come decorare le pareti del bagno: che siano tutte piastrellate o meno, non cambia poi molto in  quanto si può decidere di abbellirle comunque. Se sei curioso di sapere come, continua a leggere qui sotto!

Decorare le pareti in bagno

Decorare le pareti di un bagno è una cosa inusuale. E per questo mi piace l’idea di farlo. Scegliere il colore dei muri e delle piastrelle in sintonia con i mobili presenti è un primo passo. Ma io mi focalizzerei sull’idea, sicuramente particolare, di appendere dei ritratti o degli oggetti che richiamino l’ambiente stesso.

Rimasi sorpresa anni fa quando, andando in bagno a casa di un’amica, vidi appese ai muri delle semplici cornici con all’interno delle pagine di giornale che ricordavano qualcosa di significativo per il mondo, ma sicuramente anche per lei che le aveva scelte ed incorniciate.

Il bagno, in fin dei conti, è un luogo di attesa e tra le azioni che sicuramente compiamo in tanti, c’è quella di leggere una rivista, un giornale, un fumetto o guardare lo smartphone. Perciò leggere un articolo letteralmente appeso al muro, potrebbe essere una bellissima soluzione.

Altrimenti decorare le pareti del bagno con animali stilizzati, con qualche foglia o fiore appesi, incorniciati o meno, è un’altra bella soluzione se ami l’armonia tra acqua (che in bagno scorre copiosa) e natura che vive di essa.

Altresì il bagno mi trasmette sapore di estate e natura (a te no?) quindi ci vedrei bene conchiglie e reti da pesca appese. Anche qualche riferimento musicale potrebbe ben adattarsi. Probabilmente molti di noi usano la radio e ascoltano i loro brani preferiti mentre si fanno la doccia. Perché quindi non appendere qualche spartito musicale tra un accappatoio ed un’asciugamani?

Se la soluzione di decorare le pareti del bagno non ti convince, probabilmente sarai più propensa a decorare i suoi mobili. Ecco come.

Mobili: come decorarli?

Uno dei primi consigli che ti do per decorare il bagno e i suoi mobili è di togliere dalla vista gli effetti personali, come spazzolini e pettini vari. Quelli li terrei dentro l’armadietto e lascerei invece in bella mostra il porta sapone e un cestino (contenitore o scatola che sia, in versione fai da te, ovviamente) dove mettere dei piccoli asciugamani, arrotolati come un cannolo da usare in modalità monouso. Sia per ospiti che per gli abitanti della casa, potrebbe essere una buona abitudine da adottare.

Gli asciugamani più grandi potresti appoggiarli su una sedia in stile scala a pioli se ce l’hai, in modo alternato e scegliendoli con tinte tono su tono (e sì, sono fissata anche su quello).

Se hai abbastanza spazio sul tuo mobile del bagno, non farti mancare una pianta! Se la appoggi in alto al pensile, sceglila cadente in modo che abbellisca la spalla del mobile. Se la vuoi mettere vicino al lavandino, un’orchidea o qualsiasi altra pianta verde decorerà alla grande la superficie. 

Lo sapevi che uno degli ambienti ideali per le piante è il bagno, soprattutto per quelle tropicali, che amano l’umidità?

In alternativa, puoi decorare il bagno con delle belle candele raggruppate sul piano del mobile o sull’angolo della vasca. Oppure inserire degli oggetti stilizzati come statuette in marmo o contenitori in ceramica. Io riciclo contenitori in latta per esempio, che tra l’altro uso per riporci i caricatori del telefono (li odio vedere in giro, ma c’è l’abitudine di caricare lo smartphone in bagno! Ah ah!).

In ogni caso, nemmeno i bagni sono tutti uguali, e ognuno di essi può ispirarsi ad uno stile proprio: ecco perciò alcune idee che possono ispirarti e farti cambiare l’aspetto del tuo.

Vuoi farti conoscere attraverso il nostro blog?

Contattaci

3 idee per bagni differenti

A prescindere dal tuo tipo di bagno, vorrei porre l’attenzione anche all’anima che vuoi dare a questa stanza. Di seguito, condivido con te 3 idee per bagni differenti che possono fare al caso tuo per decorarlo in modo personale:

  • se ti piace l’idea del bagno come un salotto, una bella tenda alla finestra, anche sfarzosa, farà la scena giusta. Aggiungendo in un angolo un bel vaso alto con pianta, il tocco sarà perfetto e se al posto dello sgabello, inserisci una sedia che funga anche da porta- asciugamani, il gioco è fatto;
  • se sei invece costretto al due in uno, con il bagno che ha l’aspetto di una lavanderia, la soluzione è l’uso delle ceste per contenere i tuoi detersivi. Messi a loro volta in contenitori uguali (ad esempio se usi detersivi sfusi) e distinti da una bella etichetta, avrai tutto a vista ma con ordine. Fai la stessa cosa gli altri attrezzi che adoperi. Se devono stare proprio a vista, mettili dentro a dei contenitori di stoffa, corda o legno. Rendi loro stessi parte dell’arredo;
  • se la tua idea è di avere un bagno ordinato, cerca di mettere quanto più possibile dentro i pensili e lascia a vista solo il necessario. Ricorda la piantina nell’angolo del mobile, qualche candela a bordo vasca, e se hai la doccia, appendi su un lato un porta-piante dove far scendere un’edera (o un photos, come in foto).

Ma ora vediamo come decorare il bagno in base agli stili distintivi.

Bagno rustico

Se avessi un bagno rustico, me lo immaginerei proprio come nell’esempio del salottino che ti ho fatto prima. Per decorare il bagno di questo stile gli oggetti come statuine o candelabri li vedrei perfetti sul ripiano del lavandino.

Al posto della pianta a terra, puoi valutare anche di mettere un bel vaso di fiori su un angolo del mobile. Scegli un bel cestone per la biancheria che si abbini allo stile del bagno, però senza tanti fronzoli, in quanto già ci saranno piastrelle con colori caldi e adornate da greche, mobili in legno in stile elaborato che daranno già tono al bagno.

In un ambiente caldo come il bagno rustico, punterei su una biancheria di colore chiaro da esporre, magari con qualche decorazione floreale tono su tono. Per decorare il bagno in questo stile ora si adopera molto la pietra a vista ed il legno vecchio lavorato.

Lo specchio accompagnato da due luci laterali a braccio, invece che della luce singola sopra, avrà un aspetto più romantico oppure la specchiera fatta in versione finestra è un must per questo genere. Di certo il rustico di un tempo non è lo stesso di adesso, ché si confonde bene tra le versioni moderne rivisitate.

Bagno classico

Il bagno classico è talmente versatile che può rimanere un bagno in stile, se scelto con colori di mobili scuro, o diventare un bagno estremamente giovane se scelto nelle versioni più moderne come il bianco, che svecchia sicuramente l’impronta a cui eravamo abituati una volta.

Un bel mai fuori moda infatti è il mobile bianco con marmo lavorato rosa e ante a vetro, fatte per mostrare cosa c’è dentro (quindi presta attenzione a cosa inserisci a vista). Ricordo che lo stile classico adora essere abbellito e quindi punta ad aggiungere elementi anche dove apparentemente non serve.

Nappine sui pomoli sono adatte a questo genere, ma non esagererei con abbellimenti tipo il copri-lavatrice o il porta rotolo da appendere. Se ti piace questo stile ma senza fronzoli, puoi renderlo assolutamente pulito lasciandolo semplice com’è.

Come sappiamo, per decorare il bagno nello stile classico, dovremmo evitare di avere a vista gli elettrodomestici, quindi sarebbe l’ideale avere un mobile contenitore. In alternativa una soluzione potrebbe essere posizionare un bancone sopra lavatrice e/o asciugatrice (vedi foto sopra), per poterlo poi usufruire come piano d’appoggio e di lavoro (e io ho proprio fatto così).

Bagno moderno

Ritengo molto più facile decorare un bagno moderno. L’ultimo punto che ho elencato sopra fa sicuramente al caso tuo se ami questo genere: tenere a vista solo il necessario e abbellire con oggetti particolari. È un bagno che si presta bene alla soluzione delle cornici appese alle pareti con articoli di giornale o con foglie stilizzate.

Nei ripiani a vista, vicino alla pila di asciugamani, può esserci spazio pure per la collana del tuo manga preferito (esempio puramente casuale!), abbastanza scorrevole da leggere a puntate, in sala d’attesa. Un bagno moderno può avere dei colori asettici come nero, grigio o legno naturale. Inserire una bella tenda in pizzo e pailettes , può dare quel contrasto marcato, oltre alla scelta di inserire oggetti di arredo di un colore più vivo per dare una personalità diversa.

Una particolarità per decorare il bagno moderno in maniera personale è sicuramente quella di scegliere un colore diverso dei mobili. Il color canna di fucile opaco o un giallo ocra autunno sono tonalità che tanto mi affascinano. In una stanza come il bagno rispecchiano personalità, ma in giusta proporzione perché è un luogo che non ha spesso visitatori e quindi si espone solo quando ce n’è bisogno.

Ricorda comunque che colori neutri come il bianco, il legno naturale e il grigio sono adattissimi per un bagno moderno.

In fin dei conti non so se ci sono ancora stili così ben distinti e riconoscibili per decorare il bagno. Quel che so di certo è che i sapori si possono mescolare. Qui di esempi ne ho fatti solo alcuni, ma magari hai trovato comunque la versione per te. Fammelo sapere!

Vuoi scrivere all’esperta di questo articolo?

Contattaci

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Claudia Cloe Dall'Anese

Claudia Cloe Dall'Anese

Artista e creativa, appassionata di disegno, scrittura, lettura e di tutto quello che mi aiuta ad esprimere e concretizzare le idee che mi frullano in testa. Da libera professionista, creo oggetti personalizzati di arredo o di decoro, anche tramite il riciclo di materiali ai quali dare Nuova Vita.

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori


E per conoscere la Founder del progetto LeROSA, Giulia Bezzi, esperta SEO e Content Marketing, scegli i libri nei quali sono presenti i suoi contributi:

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora