L’economia circolare è una scelta di gestione delle risorse cosciente, nata per trovare un’alternativa valida, efficiente ed ecologica all’economia lineare. É un modo di riciclare lo scarto della produzione e del consumo per come li conosciamo oggi. Un sistema che si pone in contrapposizione ai pilastri dell’economia tradizionale: ipercrescita e produzione continua, attraverso una rigenerazione autonoma.

L’economia circolare si ispira alla biologia e, in particolare, alla capacità del nostro organismo di elaborare lo scarto delle sostanze nutrienti e reintrodurlo nel ciclo biologico. Infatti, in questo tipo di economia i materiali biologici vengono reintrodotti nella biosfera mentre quelli tecnici vengono rivalorizzati. Come? Con un ciclo produttivo fondato su cinque criteri:

  • Eco-progettazione, progettando un prodotto con caratteristiche che ne permettano smontaggio e ristrutturazione
  • Versatilità, data dalla capacità del prodotto di adattarsi alle condizioni esterne
  • Utilizzo di energie rinnovabili per la produzione
  • Approccio ecosistemico che tiene in considerazione dei rapporti causa-effetto tra i vari componenti
  • Favorire l’utilizzo di materie prime seconde provenienti da filiere di recupero

Come creare un’economia circolare?

Esistono fondamentalmente tre modi di produrre e ottenere dei benefici attraverso l’economia circolare:

  • Utilizzando lo scarto dell’economia lineare e re-introducendolo nei cicli di produzione. Tra le convenzioni di LeROSA abbiamo Perpetua – La Matita che sfrutta questo meccanismo, riutilizzando quintali di scarto di grafite per produrre matite di design.
  • Donando una seconda vita ai nostri acquisti. Possiamo regalare o rivendere vestiti, oggetti di hobbistica, mobili, libri, ninnoli che non usiamo più, senza dover ricorrere alla pattumiera.
  • Non condannando gli oggetti a morte breve. Purtroppo, uno dei mali dell’economia tradizionale è l’obsolescenza programmata che favorisce la limitazione del ciclo di vita di nostri acquisti tecnologici. Sebbene, oggi, non si sia trovata ancora una soluzione valida all’obsolescenza programmata è utile, come consumatori, essere coscienti di questa dinamica ed evitarne la diffusione in altre  categorie di mercato.

L’economia circolare, ad oggi, dipende ancora dagli sviluppi dell’economia lineare che, tuttavia, vengono influenzati da un consumatore più consapevole e attivo nella ricerca di prodotti e nel consumo stesso. Il miglior modo per favorire lo sviluppo di questo sistema è esserne noi stessi gli artefici, imparando a:

  • dare seconda vita a un rifiuto, usando la creatività
  • preferendo prodotti che non si esauriscono in poco tempo e che possano essere riparati

Abbiamo deciso di inaugurare con Susanna Martucci una rubrica dedicata all’ambiente, al riciclo e alla necessità di lasciare il mondo meglio di come lo abbiamo trovato. In questo video ci racconta, come, tramite l’utilizzo dell’economia circolare, siano stati creati dei panda di carta per sensibilizzare le persone sull’estinzione dell’animale.

Ciao,

Benvenute alla mia lezione di economia circolare!

Sono soltanto 1600 i panda sopravvissuti al mondo e quintali i giornali WWF rimasti in magazzino: come poterli utilizzare? Come unire le due cose? Con un processo creativo di economia circolare: abbiamo realizzato 1600 panda. Fatti utilizzando il materiale di scarto dei giornali in magazzino, colla fatta con farina e acqua e li abbiamo tutti dipinti a mano. I panda, realizzati in Italia, sono stati creati per finanziare un progetto contro l’estinzione dell’animale promosso da Alisea e WWF.

Alla prossima!

Vorresti approfondire la tematica? Fai a Susanna le tue domande!

Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003 (https://www.lerosa.it/privacy-policy/)

7 + 4 =

Richiedi anche tu Valore Rosa a

lerosadigiulia@seospirito.com

 

Scopri i prodotti/servizi convenzionati

Scopri Ora

 

LeRosa

LeRosa

Le Rosa, ideato da Giulia Bezzi, è la parte benefit di SeoSpirito Società Benefit srl e nasce con la voglia di contribuire al benessere femminile e del territorio attraverso l’utilizzo di strumenti di diffusione online.
L’obiettivo è la ricerca di felicità e lo sviluppo del proprio business e talento fornendo supporto tramite contatti, informazioni e formazione tra le persone che aderiscono. Francesca Galasso, Letizia Grossi, Francesca Romagnoli, Genny Fogo, Simona Ciapanna, Gloria Paoloni scrivono per noi e per raccontare quello che facciamo tra LeROSA.

Pin It on Pinterest

Shares