La ciabbotta, ricetta abruzzese

La ricetta della ciabbotta abruzzese (o ciambotta) è un contorno tradizionale semplicissimo da preparare e altrettanto gustoso. Può ricordare la ratatouille, ma è un piatto povero della tradizione contadina che sa d’estate. È una ricetta che conquisterà tutti, vegani e non.

Vediamo insieme come preparare la ciabbotta abruzzese.

La ciabbotta: ingredienti

Per 5 persone:

  • 200 gr di zucchine
  • 200 gr di patate
  • 200 gr di sedano
  • 200 gr di carote
  • 200 gr di pomodori maturi
  • 200 gr di cipolle
  • 200 gr di peperoni dolci
  • 200 gr di fagiolini
  • 4 foglie di basilico
  • 1 bicchiere d’acqua
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale fino
  • Peperoncino fresco (facoltativo)

Preparazione

  1. Priva i pomodori della pelle e tagliali a pezzi.
  2. Prendi i peperoni, elimina il picciolo e tagliali a metà; elimina gli eventuali semi e i filamenti interni e taglia a pezzi i peperoni.
  3. Poi pulisci e taglia a pezzi tutte le altre verdure.
  4. Fai soffriggere nell’olio la cipolla in una padella ampia e unisci le verdure.
  5. Sminuzza le foglie di basilico e uniscile alle verdure; se lo gradisci, aggiungi anche del peperoncino fresco.
  6. Sala e versa un bicchiere d’acqua.
  7. Copri la padella con un coperchio e lascia cuocere per circa 40 minuti.

Anedotti sulla ciabbotta abruzzese

Non si conoscono le origini di questa tipica pietanza abruzzese, ma la cosa certa è il significato del suo nome: il termine ciabbotta (o ciambotta) viene dal dialetto “abbotta”, cioè qualcosa che sazia, riempie lo stomaco. Un tempo le donne in campagna erano solite alzarsi presto al mattino e, quando l’orto lo consentiva, preparavano la ciabbotta per gli uomini che andavano a lavorare nei campi e portavano con loro, in un cesto coperto da una coperta di lana, questo gustoso pranzo che non gli avrebbe fatto sentire la fame per tutta la giornata.

La ricetta della ciabbotta è tipica un po’ delle regioni di tutto il sud Italia, ma quella abruzzese ha una particolarità: le verdure non vengono soffritte, ma cucinate tutte insieme come fosse uno stufato. Ne viene fuori così un piatto molto più leggero e amico della linea.

Con cosa puoi sposare questo contorno

La ciabbotta è un contorno leggero e saporito da accompagnare ad una fetta di pane tostato e a del formaggio pecorino abruzzese, meglio se semi stagionato. È ottimo anche come piatto unico, perfetto da consumare freddo nelle afose giornate estive, insieme ad un calice di vino trebbiano.

0 Condivisioni