Primi piatti di pesce

I primi piatti di pesce sono sempre la soluzione ideale per chi vuole sbalordire i propri ospiti; il pesce è un ingrediente ritenuto caro, difficile da cucinare, ma non sempre è così.

Il pesce azzurro è un pesce economico, reperibile in tutti i mesi dell’anno e facile da preparare; gli altri tipi di pesce, compresi molluschi e crostacei, non sono sempre a buon mercato, ma basta saperlo comprare al momento giusto oppure consumarlo anche poche volte al mese e non può far altro che bene alla nostra salute.

I primi piatti di pesce che seguono non sono difficili da preparare e possono essere presentati sia ad un pranzo domenicale o di festa, che cucinati per un pranzo di tutti i giorni;

  • busiate con tonno e pomodorini
  • gigli con gallinella di mare
  • risotto con seppie, nero di seppie e bietole

Busiate con tonno e pomodorini

primi piatti di pesce

Le busiate sono un tipico formato di pasta siciliano, senza uova e facili da preparare in casa.

Una volta preparate si possono sia essiccare in forno che congelare, così da poterle utilizzare tutte le volte che occorre.

Naturalmente si possono comprare anche già confezionate, sono prodotte da molti pastifici.

Questo primo piatto è molto veloce, mentre cuoce la pasta si prepara il sugo con tonno e pomodorini.

Stone&Stone teglia da forno con coperchio
Cucina benissimo e velocemente sia in forno che sui fornelli e si ripulisce altrettanto bene

Ingredienti e preparazione dei primi piatti di pesce

per 4 persone:

  • 400 g di busiate
  • 200 g di tonno sott’olio
  • 20 pomodorini di Pachino
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 ciuffo di basilico
  • origano
  • vino bianco secco
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

Mettere al fuoco l’acqua per la pasta e quando bolle, salarla e calare la pasta.

Nel frattempo in una padella lasciar soffriggere in 5 cucchiai di olio lo spicchio d’aglio e il prezzemolo tritati, unire poi il tonno sgocciolato e spezzettato.

primi piatti di pesce

Irrorare con il vino e dopo averlo fatto sfumare, unire i pomodorini lavati e tagliati in quattro spicchi; aggiungere anche il basilico e l’origano.

Lasciar cuocere per 10 minuti dopo aver salato e pepato, con il coperchio.

Quando la pasta sarà pronta scolarla e aggiungerla nel sugo di pomodorini e tonno; mescolare bene e servire in tavola ancora caldo.

Quale vino scegliere per questo primo piatto di pesce

Per il vino meglio orientarsi verso un bianco fermo come ad esempio il Cinque terre bianco Doc; questo vino si presenta con un bel colore giallo paglierino, cristallino e di buona consistenza; all’olfatto presenta profumi decisi e persistenti con netti sentori di fiori di campo, ginestra, miele e note lieve di agrumi.

Secondo piatto a accostare al primo

Visto che il primo piatto è piuttosto veloce e fresco da gustare, per il secondo si può un po’ più azzardare utilizzando il salmone:

  • polpettine di salmone con lo pan ner su salsa tahina

Sono buonissime e la salsa tahina le rende uniche.

primi piatti di pesce

Che dolce aggiungere al menù di pesce

Di solito si termina un pasto con il dolce e il caffè, con questa torta si unisce l’utile al dilettevole:

  • crostata al cappuccino

Tre strati di infinita bontà

primi piatti di pesce

Gigli con sugo di gallinella di mare

primi piatti di pesce

I gigli sono un formato di pasta di grano duro e rappresentano il giglio toscano; se non facilmente reperibili, si può preparare questo primo anche con un altro formato di pasta.

La gallinella di mare è un pesce dalle carni morbide, anche se con qualche spina che potrebbe essere fastidiosa, quindi meglio acquistare i filetti di gallinella, ugualmente saporiti.

Altrimenti se si compra il pesce per intero occorrerà sfilettarlo e eliminare le spine.

Ingredienti e preparazione per primi piatti di pesce

per 4 persone:

  • 2 gallinelle di mare oppure 4 filetti
  • 350 g di pomodorini tipo piccadilly
  • 250 g di gigli toscani di semola di grano duro
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • 75 ml di vino bianco
  • un ciuffo di prezzemolo
  • sale
  • pepe

Prima occorre preparare il pesce; se deve essere sfilettato, tagliarle in due eliminare la spina centrale e con una pinzetta rimuovere le spine;

Se si utilizzano i filetti, occorrerà semplicemente togliere la pelle.

Ad operazione conclusa tagliare a cubetti.

primi piatti di pesce

Mettere poi l’acqua al fuoco per far cuocere la pasta e quando bolle aggiungere il sale e calare la pasta.

Nel frattempo far soffriggere l’aglio in 4 cucchiai di olio e quando sarà diventato colorato, unire i cubetti di pesce.

Far rosolare per qualche minuto poi inserire i pomodorini precedentemente lavati, asciugati, e tagliati in quattro.

Coprire e far cuocere per circa 10 minuti; dopodichè sfumare con il vino, aggiungere sale e pepe e dopo 5 miunti togliere dal fuoco.

Quando la pasta sarà pronta andrà scolata e unita al sugo, spadellare per 30 secondi a fiamma alta e servire in tavola nei piatti di portata cospargendo con prezzemolo fresco tritato.

Vino in abbinamento a questo primo piatto di pesce

Il Greco di Tufo Bianco ecco che vino può essere accostato a questo primo di pasta con sugo di pesce.

E’ uno dei pochi vini italiani bianchi che si presta all’invecchiamento, prodotto in provincia di Avellino si presenta con un colore paglierino più o meno intenso; all’olfatto risulta gradevole, intenso, fine; al palato è secco e armonico.

Secondo piatto da accostare al primo di pesce

Far seguire questo primi di pesce con un secondo sempre di pesce sarebbe un’ottima idea, perché si può utilizzare lo stesso vino in abbinamento e un menù di pesce fa la sua figura.

  • Cannocchie o cicale di mare alla griglia

Sono davvero ottime, l’unica accortezza è quella di acquistarle quando sono belle piene, in modo da gustare più polpa.

primi piatti di pesce

Dolce per terminare questo menù di pesce

Un dolce che andrebbe bene servito a fine di questo menù ha doppio nome, c’è chi lo chiama latte alla portoghese, ma io lo chiamo:

  • crème caramel

Un budino di origine portoghese strepitoso.

primi piatti di pesce

Risotto con seppie nero di seppie e crema di bietole

primi piatti di pesce

Presentare in tavola una ricetta di Pellegrino Artusi, anche se un po’ rivisitata, è una soddisfazione davvero grande.

Non è una ricetta complicata, anzi piuttosto semplice, però occorre scegliere prodotti di qualità e rispettare i tempi di cottura del riso.

Per me è stata l’opportunità anche di riciclare l’acqua di cottura del polpo, che non butto mai via, ma che congelo e al momento opportuno utilizzo.

Ingredienti e preparazione della ricetta primi piatti di pesce

per 5 persone:

  • 500 g di seppia già pulita
  • 500 g di riso Carnaroli
  • 1 l di brodo di polpo
  • 300 g di bietole lessate (solo foglie verdi)
  • 80 g di olive nere denocciolate
  • 30 ml di olio extravergine d’oliva
  • 30 g di burro
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla piccola o mezza grande
  • sale fino

Preparare prima la seppia, quindi pulirla, se non si è acquistata già pulita, lavarla e tagliarla a pezzi.

Far soffriggere nell’olio la cipolla e l’aglio tritati finemente, una volta appassiti aggiungere i pezzetti di seppia.

Dopo 10 minuti di cottura, la seppia avrà assunto un colore giallino, a quel punto inserire il riso e mescolare bene per farlo tostare.

primi piatti di pesce

Unire poi il nero di seppia e quando il riso ne sarà del tutto impregnato bagnare con un 500 ml di brodo di polpo.

Proseguire la cottura del riso per il tempo indicato sulla confezione, aggiungendo se occorre qualche mestolo di brodo.

Poco prima di terminare la cottura inserire nel riso le olive e mescolare.

Mantecare il riso con il burro poi togliere dal fuoco e coprire; il riso deve riposare per 5 minuti.

Nel frattempo frullare, anche con il minipimer, le foglie delle bietole lessate, fino a creare una crema; aggiungere il sale solo se nell’acqua di cottura non si è utilizzato.

Impiattare il riso e ricoprire ogni porzione con la crema di bietole, decorando a piacere con delle foglioline di prezzemolo.

Quale vino abbinare questo primo piatto di pesce

Con questo risotto il vino migliore da accostare è il Pinot Bianco Altoatesino; è il più fresco e fruttato tra i celebri vini dell’Alto Adige.

Il suo bouquet di pera, mela e limone, assieme alle note di nocciola e fiori di fieno, ne fanno un vino molto versatile negli abbinamenti.

Ha un’acidità vivace e una raffinatezza di note fruttate che gli fanno riscuotere sempre più favori tra gli appassionati e i buongustai.

Quale secondo far seguire al risotto

Dopo il riso che dona un senso di sazietà, meglio un secondo un po’ più leggero e quella che segue è una ricetta davvero ottima anche per chi segue una dieta con poche calorie:

  • cefalo all’agro all’italiana

Nella ricetta è compreso anche il contorno così è anche molto pratica.

primi piatti di pesce

Dolce per un menù di pesce

Con questo menù secondo me si può osare un po’ di più con il dolce, quindi pasta frolla, crema pasticcera e confettura di more, una vera bontà:

  • barchette di crema e confetura di more

E’ possibile preparare anche la crema pasticcera light, giusto per i sensi di colpa 😉

primi piatti di pesce

A quali aziende rivolgersi per questi primi piatti di pesce

L’ingrediente principale e comune a tutte le ricette è naturalmente il pesce; è inutile sottolineare che deve essere fresco e dove abito io le pescherie sono rare, però la pescheria Beoni di Arezzo ha la qualità che cerco.

Per il riso ho scelto quello della Riseria Vignola la quale ha filiere dedicate, packaging su misura, tracciabilità garantita e poi è dal 1880 che l’azienda lavora.

0 Condivisioni