Pranzo di Natale a base di pesce

Il pranzo di Natale a base di pesce è un classico della cucina italiana. Ogni famiglia ha il proprio menù di tradizione, ispirato magari alla tradizione culinaria del proprio luogo d’origine oppure ispirato dai gusti della cuoca o dei commensali. 

Il menù per il pranzo di Natale deve essere speciale. Può essere semplice, se la cuoca non è provetta, ma deve comunque sempre portare l’aria di festa a tavola. Deve celebrare un momento importante da condividere con le persone care. Lo stare bene insieme dovrà essere la portata principale del pranzo.

Il menù a cui ho pensato per il pranzo di Natale a base di pesce è adatto sia agli adulti che ai  bambini perché ho utilizzato il pesce sfilettato e le consistenze e i sapori sono adatti a tutte le età. Ho pensato ad un antipasto che può essere consumato anche in piedi, brindando e attendendo come da tradizione sempre gli ultimi ritardatari. Il menù è composto da preparazioni semplici, ma ti assicuro che sono della massima bontà e di grande effetto.

Ecco le preparazioni che ti insegnerò a fare:

  1. Antipasto con: mousse di tonno con gelèe di pomodoro
  2. Primo piatto con: maltagliati al nero di seppia
  3. Secondo piatto: filetto di orata con finocchi, zucca e olive
  4. Dolce: panpepato
  5. Vino consigliato : vino bianco come Vermentino, Chardonnay, Ribolla Gialla, Franciacorta Brut, oppure uno Champagne Brut Rosé.

Le dosi per ogni ricetta sono per 4 persone, i tempi di preparazione di ogni piatto li ho riportati nelle ricette. Antipasto e maltagliati al nero di seppia li puoi preparare qualche giorno prima, così come il dolce. Ti ritroverai quindi a dover solo assemblare l’antipasto e a preparare il sugo per i maltagliati e il secondo piatto.

Antipasti di pesce per il pranzo di Natale

L’antipasto in questo pranzo non può mancare. Essendo un pranzo a base di pesce, potevo proporti la classica insalata di mare, che può essere mangiata fredda o calda e ha molte varianti. Ma ho pensato di proporti una Mousse di tonno  che si può preparare in anticipo e conservare nel congelatore negli appositi stampini.

Potrai prepararla anche qualche giorno prima e, 30 minuti prima di servirla, metti gli stampini di mousse in un bel piatto da portata. Puoi servire la mousse con le forme che desideri sopra un letto di insalatina condita con sale, olio, pepe e limone, oppure spalmata su di fette di pancarrè tostato. 

Ricetta della Mousse di tonno con gelèe di pomodoro

Ingredienti per la preparazione della mousse di tonno:

  • 250 g di panna al 35% di grasso
  • 150 g di burro
  • 200 g di tonno sott’olio
  • 15   g di Martini dry, circa ¼ di bicchierino da caffè
  • 9 g di gelatina o colla di pesce
  • sale e pepe

Ingredienti per la gelèe di pomodoro:

  • 250 g di purea di pomodori
  • 9 g di gelatina
  • sale e pepe
  • origano secco
  • qualche foglia di basilico fresco 

Preparazione della mousse di tonno:

  1. Metti la panna in un pentolino sul fuoco e portala ad ebollizione con il burro e con il tonno. 
  2. La colla di pesce nel frattempo mettila in ammollo in 45 gr di acqua.
  3. Togli dal fuoco la panna e frulla il tutto molto bene, quindi insaporisci con il sale, il pepe e il Martini dry.
  4.  Aggiungi la colla di pesce precedentemente ammollata e sciogli bene.
  5. Versa negli stampini quindi mettili nel freezer, se hai l’abbattitore, abbatti in negativo. 

Preparazione della gelèe di pomodoro:

  1. Frulla la polpa di pomodoro con il sale e il pepe, aromatizzala con l’origano e aggiungi la colla di pesce precedentemente sciolta in una piccola quantità di polpa di pomodoro scaldato.
  2. Versa negli  stampi appositi e metti in freezer o in abbattitore. 
  1. Se vuoi servirla sulla fetta di pancarrè, fai tostare le fette e tagliale con un coppapasta di misura leggermente più grande rispetto alla formina dove hai inserito la mousse di panna cotta. 
  2. Al momento di servirla, adagia sopra la fetta di pane la formina con la mousse di panna e tonno e sopra adagia la gelèe di pomodoro, per compattarle usa un po’ di maionese. Questa operazione la devi fare quando le preparazioni sono ancora congelate. 
  3.  Lasciale  stemperare e decora alla fine con basilico fritto o fresco.

Preparazione basilico fritto: oltre ad essere molto buono,  è anche molto bello esteticamente perché sembra quasi trasparente. Lo puoi friggere con dell’olio di semi di arachidi. 

Primo piatto di pesce per il pranzo di Natale

Per preparare dei primi piatti a base di pesce per il pranzo di Natale, possiamo scegliere tra paste secche, fresche, ripiene, risotti, cannelloni e lasagne. A Tarquinia quando ero piccola il primo piatto tipico era la stracciatella e le lasagne. All’interno delle lasagne si metteva il sugo con le rigaglie, il formaggio fresco e  l’uovo sodo. 

Come primo piatto per il pranzo di Natale a base di pesce, ti propongo i maltagliati al nero di seppia che sono tra i primi piatti che amo di più perché mi ricordano la mia infanzia.

È una ricetta della cucina marinara che ormai è diventata un classico anche della cucina italiana. Per preparare questo piatto occorrono 60 min + il riposo della pasta.

Ricetta dei maltagliati al nero di seppia

Ingredienti per fare i maltagliati:

  • 400 g di farina 0 
  • 4 uova medie 
  • 1 sacca di nero di seppia o una bustina 

Preparazione dei maltagliati al nero di seppia:

  1. Setaccia la farina su un asse di legno o su un tavolo di marmo,
  2. fai la fontana con la farina al centro e rompi le uova al suo interno, 
  3. sciogli il nero di seppia in un bicchiere con dentro poca acqua e versala al centro della fontana,
  4. sbatti le uova e il nero e piano piano raccogli la farina fino a formare un impasto da lavorare a mano,
  5. lavora la pasta con il palmo della mano per circa 5/10 min, fino ad averla liscia in superficie,
  6. copri la pasta con un canovaccio, è meglio sotto ad un piatto capovolto, per non farla seccare in superficie e lasciala riposare,
  7. prendi la pasta e stendila a 3/4 mm con il mattarello o con la nonna papera,
  8. lascia asciugare la pasta tirata, 
  9. tagliala irregolarmente, prima a strisce, poi la ritagli a losanghe. 

Ingredienti per il sugo dei maltagliati al nero di seppia:

  • 500 g di seppie
  • 7 pomodorini
  • olive 
  • olio evo
  • sale
  • aglio 
  • peperoncino
  • prezzemolo

Preparazione del sugo:

  1. pulisci bene le seppie, 
  2. tagliale a strisce e mettile a scolare, 
  3. prendi una padella e aggiungi circa 4/5 cucchiai di olio,
  4. aggiungi l’aglio intero e 1/2 peperoncino, 
  5. lascia soffriggere senza far bruciare,
  6. aggiungi i pomodorini tagliati a metà,
  7. cuoci per 10 min,  
  8. scola le seppie, 
  9. versale nella padella e fai cuocere 5 min, 
  10. aggiungi anche le olive. 
  11. Metti una pentola di acqua sul fuoco e quando alza il bollore metti il sale, 
  12. versa la pasta e,quando viene a galla, vuol dire che è cotta,
  13. aggiungila nella padella insieme al condimento, 
  14. falla saltare per amalgamare gli ingredienti, 
  15. impiatta e decora.
pranzo di natale

Secondo piatto di pesce per il pranzo di Natale

Arrivati a questo punto del nostro pranzo, è fondamentale che la portata di pesce sia all’altezza delle precedenti ma che risulti leggera ai commensali per arrivare fino al dolce che nel pranzo di Natale non può mancare. 

Ho pensato di proporti dei filetti di Orata, facilmente reperibili in tutte le città. Se non sei particolarmente brava nella sfilettatura puoi chiedere al tuo pescivendolo di prepararteli già sfilettati. Ti consiglio però di scegliere il pesce sempre intero per poter controllare l’occhio vivido che ne determina la freschezza. 

I filetti di orata sono un secondo piatto gustoso ma leggero. Sono facili da fare e non servono particolari tecniche o abilità.

E’ un piatto adatto anche ai bambini perché viene servito privo di lische.

Ho pensato di servirlo abbinandolo a delle verdure di stagione del mese di dicembre, come i finocchi e la zucca. Puoi abbinarlo anche con altre verdure a te più gradite. 

Ricetta dei filetti di orata con finocchi, zucca e olive

  • 8 filetti di orata o altro pesce
  • 2 finocchi
  • 200 g di zucca
  • 200 g di olive
  • farina per infarinare
  • 1 bustina di zafferano
  • olio evo

Preparazione:

  1. Monda e taglia a fettine sottili i finocchi,
  2. pulisci e taglia a cubetti la zucca,
  3. conserva entrambi a bagno nell’acqua,
  4. cuoci i finocchi e la zucca al vapore lasciando le verdure croccanti e mettile da parte,
  5. pareggia i filetti e tagliali a metà,
  6. scalda 3 cucchiai di olio in una padella antiaderente, 
  7. adagia i filetti precedentemente infarinati senza toccarli,
  8. gira quando vedi che il filetto si stacca dal fondo,
  9. fai cuocere dall’altro lato,
  10. togli delicatamente il pesce e conservalo al caldo,
  11. taglia le mandorle sbucciate,
  12. versa in una padella un pochino di olio e fai saltare separatamente la zucca e i finocchi,
  13. componi il piatto mettendo al centro i finocchi, sopra il pesce, la zucca e le mandorle, qualche oliva e decora con una barba di finocchio.
pranzo di natale

Dolce per il pranzo di Natale

Alla fine del pranzo di Natale non può mancare il dolce, tipici sono il Panettone e il Pandoro.

Da noi a Tarquinia c’è un dolce tipico molto particolare. Sono i maccheroni con le noci. Questo dolce veniva servito caldo alla cena della Vigilia. E’ preparato con la  pasta secca o fresca, condita con un trito di noci, ciambelline dolci tritate, cioccolato fondente, zucchero, cannella e alchermes. Veniva  compattato in un piatto e si mangiava durante le festività.

Per il nostro menù prepareremo il pan pepato. Anche questo è un dolce tradizionale di Tarquinia e del Lazio ed ha origini antichissime.

Originariamente veniva preparato dalle suore in convento per il Papa e da questo prende il suo nome.

Ricetta del Panpepato

Ingredienti :

  • 500 g di miele
  • 100 g di farina
  • 200 g di pinoli
  • 500 g di mandorle
  • 200 g di fichi secchi
  • 500 g di nocciole
  • 300 g di uva passa
  • 500 g di noci
  • cioccolato fondente
  • 1 cucchiaino di pepe macinato
  • 1 cucchiaio di cannella
  • 1 limone
  • 1 arancio

Preparazione:

  1. Scegli un tegame capiente che possa contenere tutti gli ingredienti,
  2. versa il miele e le bucce degli agrumi (scegline di non trattati),
  3. fai bollire 5 minuti in modo che possano sprigionare gli oli essenziali,
  4. togli le bucce e versa le mandorle intere,
  5. cuoci per 10 min poi versa le nocciole e lascia cuocere per altri 10 min,
  6. aggiungi le noci e cuoci per 5 min,
  7. taglia a pezzetti i fichi secchi togliendo il picciolo,
  8. versa pian piano tutti i restanti ingredienti e per ultimo la farina. Deve risultare un composto ben amalgamato.
  9. Toglilo dal fuoco e versalo su un piano,
  10. metti dell’acqua fredda in una ciotola e bagnati le mani,
  11. stringi un mucchietto di composto tra i palmi delle mani e stringendo e battendo sul piano cerca di compattarlo,
  12. disponi i vari mucchietti su una teglia rivestita di carta forno,
  13. lasciali raffreddare bene anche tutta la notte,
  14. preriscalda il forno a 180° C e inforna per circa 15/20 min,
  15. sforna e se vedi che si sono allentati, bagna le mani e stringi per ricomporli. 
pranzo di natale

A questo punto non ti rimane che spreparare la tavola e mettere al centro un bel cesto di frutta fresca di stagione, uno di frutta secca, una bottiglia di digestivo e tirare fuori dall’armadio la scatola dei giochi da tavola. 

Buon Natale! 

0 Condivisioni