Pubbliche relazioni, perchè servono?

Le pubbliche relazioni sono delle pratiche di comunicazione che sfruttano i canali mediatici per promuovere, influire sul proprio brand e sulla propria reputazione.

I destinatari di questa comunicazione possono essere privati, aziende, cittadini, organi stampa, consumatori e vengono definiti pubblico.

Le finalità delle pubbliche relazioni sono:

  • Migliorare e consolidare l’immagine aziendale presso gli stakeholder.
  • Posizionare il brand.
  • Curare la presenza online del brand.
  • Stabilire relazioni con il territorio oltre che con i singoli.
  • Creare un rapporto di fiducia con i pubblici di riferimento.
  • Condividere i valori che sottendono l’immagine dell’azienda.

Queste finalità aiutano a rafforzare la corporate image.

Raramente le pubbliche relazioni si occupano della comunicazione del prodotto, prettamente legata alla pubblicità, perché considerano l’azienda nella sua totalità.

Esse promuovono la sua immagine, i suoi valori, la sua missione al fine di costruire, soprattutto, un rapporto di fiducia con chi si interfaccia.

Essa si basa su due pilastri fondamentali. Comportamenti corretti ed efficaci da parte dell’azienda che si mescolano con una comunicazione fondata sulla chiarezza, correttezza e soprattutto corrispondente alla realtà.

Cosa accadrebbe se la comunicazione dell’azienda non fosse ben chiara e efficace?

Il messaggio che arriverebbe dall’altra parte sarebbe semplicemente ingannevole, scorretto innescando disinformazione. Rimarrebbe così qualcosa di assolutamente chiuso all’interno dell’azienda e non ben veicolato verso l’esterno.

Giacché nessun brand vuole incorrere in una comunicazione sbagliata, in questo articolo ho analizzato i punti chiave del perché è importante fare pubbliche relazioni. Tre sono i motivi principali:

  1. Creare fiducia.
  2. Costruire relazioni.
  3. Condividere valori.

Creare fiducia

Sia che si tratti di relazioni tra persone fisicamente vicine sia che si tratti di relazioni tra un’azienda e un soggetto la cui comunicazione avvenire tramite web è fondamentale creare un rapporto di fiducia.

Diventa ancora più difficile quando la relazione è da costruire con un cliente.

Non basta avere un prodotto, un servizio di alta qualità per creare una relazione di fiducia ma molto dipende dalla fiducia che riesce a costruire con essi.

Il primo errore che spesso si commette è quello di basare la fiducia sul prezzo. Questo tipo di relazione piano piano incomincerà a portare al declino dell’azienda a differenza, invece, di strategie di marketing mirate in cui viene stimolato l’interesse, il bisogno, la soluzione nel cliente che lo farà decidere di acquistare.

Fidelizzare è una strategia che non ha come base il prezzo ma la fiducia in modo da coinvolgere i suoi clienti, a trattenerli, a diventare clienti fedeli e che acquistano anche nel tempo.

Il cliente che ritorna è un cliente che in precedenza si è trovato bene.

Il prodotto ha soddisfatto pienamente i suoi bisogni e poca importanza ha avuto il prezzo. Con piacere condividerà un feedback positivo perché è sicuro della scelta fatta, inevitabilmente il suo entusiasmo si tradurrà in un cliente che condivide con altri la sua esperienza.

Un cliente fidelizzato diventa parte di una riprova sociale che è un punto fondamentale per far crescere il business.

Ottimi contenuti creati, oltre a quelli condivisi dai clienti, innesca un processo di crescita del quale non sei più consapevole ma che devi imparare a gestire.

Come si costruisce questa fiducia?

  • Metti al centro della tua azienda il cliente. Un altro errore che si è soliti fare è quello di costruire il proprio business, la propria comunicazione intorno al proprio servizio -prodotto dimenticandosi invece di ascoltare il cliente. Ascoltare il cliente significa capire qual è il suo bisogno reale e quindi creare qualcosa che si adatti e soddisfi le sue reali necessità.
  • Comunica in modo semplice e diretto. Essere professionalmente perfetti, con un linguaggio architettato e tecnico allontana il cliente o meglio potrai attrarre solo clienti che già conoscono il tuo mondo. Per ovviare a ciò bisognerebbe utilizzare frasi semplici così da coinvolgere un pubblico più vasto, da diminuire la distanza tra azienda e cliente in modo da informare con delicatezza e gentilezza circa i propri servizi o prodotti.
  • Mantieni le promesse. Mantenere le promesse è un processo che vale sia nel quotidiano, nelle semplici relazioni che nel business. Può capitare che presi dall’euforia del momento si fanno promesse che purtroppo non si possono mantenere e il cliente, dall’altra parte, rimane deluso e insoddisfatto. Tale cliente tornerà come un effetto boomerang contro l’azienda facendo cattiva pubblicità. Dire qualche no serve a essere onesti perché non possiamo soddisfare tutti.
  • Condividi i tuoi valori. I valori di un’azienda sono un aspetto che fa leva sull’emotività del cliente in quanto la persona non solo compra il prodotto ma cerca di soddisfare il suo bisogno e di abbracciare i valori che sono parte di quell’azienda. I valori rispondono al perché del proprio business, alla visione nella quale i clienti si potranno riconoscere e scegliere che quel prodotto fa per loro.
  • Cura il post vendita. Il cliente dopo aver chiuso il contratto deve poter trovare soluzioni in caso di guasti, dubbi aspettandosi perfetta accoglienza e ottima gestione della problematica.

Costruire relazioni

Costruire una rete di relazioni è un punto fondamentale da inserire nel proprio business per fare in modo che la propria azienda sviluppi e accresca il proprio successo. Fare networking è un’abilità, per alcuni innata per altri invece da acquisire.

Ci sono dei fattori caratteriali che possono incidere in maniera positiva; per esempio avranno meno difficoltà a costruire relazioni con i clienti coloro che sono più socievoli aperti a fare nuove conoscenze, che non hanno timore di instaurare relazioni professionali.

Banner Bloginrete LeROSA

Giacché questo è un punto importante nelle PR anche chi è più timido dovrà imparare a modificare questo comportamento senza scoraggiarsi per poter sviluppare dialoghi che innescano inevitabilmente altre connessioni.

Attuare questo tipo di strategia per farsi conoscere può aiutare ad aumentare in modo positivo la propria reputazione e trasmettere con più forza quelle che sono le proprie competenze.

Continuare a essere chiusi nel proprio guscio professionale del proprio business non permette di presentarsi al mondo esterno e quindi di conoscere anche il prodotto o servizio.

Quando si parla di relazione all’interno del business, relazioni sociali e professionali sono intersecate tra loro. Rimane di maggiore efficacia la possibilità del cliente di entrare in diretto contatto con le aziende.

Ciò permette di fortificare i legami interagendo in modo diretto con la persona e spiegando non solo i motivi del proprio lavoro anche l’esperienza e la passione.

Con l’offline è molto più semplice costruire relazioni mentre nell’online si utilizzano mezzi come email, messaggi, telefonate, videochiamate che hanno quel distanziamento sociale che rende la costruzione di relazione un po’ più difficile.

Primo passo da compiere per costruire relazioni è farsi notare, rendere visibile la propria azienda, chi c’è dietro quell’azienda e ovviamente farlo tramite i social. Partecipare sui forum, essere attivi, rispondere ai commenti, avere un sito web aggiornato e un blog ben scritto aiutano in questo processo.

Insomma, bisogna mettere la faccia.

Le relazioni che si intessono con le persone vicine sono da considerare quando soprattutto si è all’ inizio del proprio business. Spesso si è soliti pensare che lavoro e vita privata sono due cose completamente scisse, distinte invece il lavoro fa parte anche di quelle relazioni personali e private che giornalmente abbiamo e che possono aiutare a costruire dei rapporti efficienti, anche in ambito professionale.

Altra modalità che aiuta a costruire relazioni è frequentare eventi del proprio settore lavorativo in modo da farsi conoscere a nuovi esperti, aziende di successo, a sponsor.

Il tutto e subito è un cattivo alleato mentre scambiare opinioni, informazioni, farsi conoscere ampliando la propria rete relazionale è un modo per farsi notare e anche scambiare delle opinioni circa alcune discussioni interessanti.

Richiamare l’attenzione non ha per forza un’accezione negativa ma può essere un modo per inviare una mail, un contatto su LinkedIn, un messaggio, un invito in seguito a quell’evento a cui si è insieme partecipati in modo da far notare l’interesse che c’è verso l’altro e da lasciare il classico segno.

Le relazioni professionali sono anch’esse relazioni umane perciò concrete e sincere.

Condividere valori

I valori condivisi sono il fondamento su cui si basa la cooperazione, la collaborazione, la soluzione dei conflitti.

Condividere i valori porta a comportarsi in maniera corretta, essere trasparenti nelle idee, a essere il motore della missione e visione dell’azienda.

Un’attività aziendale è forte se possiede un’alta eticità all’interno delle persone che la costituiscono perché hanno come obiettivo il bene comune che condivide valori che si traducono in modo corretto all’interno del proprio servizio o prodotto.

Precisamente più che creare valore che ormai è abbastanza scontato vi è la necessità di aggiungere valori e saperli comunicare, condividere, trasmettere sia all’interno che all’esterno dell’azienda.

Comunicare la passione che c’è nell’aver svolto quel lavoro, la lealtà del gruppo che lavora per quel prodotto mantiene alta l’eticità del brand.

La condivisione dei valori non è solo importante nella comunicazione che si ha con il cliente ma all’interno del gruppo dei propri dipendenti in modo che sposino le finalità dell’azienda e che alla base si crei un sentimento di fiducia, di valore etico che sarà facilmente dimostrabile anche all’esterno.

Questo modo di fare pubbliche relazioni è diversa da quella che invece sposano molti manager investendo sia la sfera organizzativa quanto su quella personale.

I dipendenti di un’azienda devono essere motivati, orientati verso gli stessi obiettivi in modo da avere un incentivo in più per poterli raggiungere. Se azienda e dipendenti sapranno comunicare in maniera autentica i valori etici e morali nascosti dietro un prodotto – servizio tanto più il cliente capirà se essi credono in ciò che trasmettono oppure lo fanno soltanto ai fini della vendita.

Per questo è fondamentale definire chiaramente obiettivi e iniziative dell’azienda in modo da comunicare con trasparenza le azioni e i messaggi del proprio brand.

L’azienda per vincere la propria partita del cuore  ha bisogno, non solo di ottimi dipendenti, anche di una squadra unita e affiatata. Ognuno ha un compito ben specifico e collabora insieme agli altri per la riuscita dell’azienda, ognuno mette in campo le proprie capacità per esprimere se stesso allo stesso tempo promuovere quei servizi.

La comunicazione tra colleghi, tra colleghi e titolare che hanno come focus quello di divulgare regole e valori che la contraddistinguono farà in modo da creare quelle relazioni vere, autentiche che faranno crescere l’azienda.

La comunicazione rimane il fulcro attorno al quale ruota la riuscita di un brand e di un’azienda.

Fare comunicazione non significa vendere o ingannare chi è dall’altra parte della relazione ma aiutare a capire quale il perché che muove quel brand e quali risposte è pronto a dare ai suoi clienti.

Fare pubbliche relazioni significa comunicare fiducia e attenzione all’altro.

 

0 Condivisioni