Sono passati cinque mesi da agosto, mese in cui è stato aperto il gruppo le Rosa di Bologna.

Perchè mi sono dedicata a questo progetto ?

Perchè a volte ti si aprono delle “porte”, cioè si creano delle condizioni transitorie, che ti stuzzicano la fantasia! Percepisci che è possibile far andare le cose nella direzione desiderata ed intravedi la possibilità di poter far qualcosa anche tu concretamente per migliorare e valorizzare le cose che ci stanno attorno. Beh, per me questo è stato sufficiente per non lasciarmelo sfuggire!

E così ho cominciato.

Questo progetto, virtuoso, ha come obiettivo quello di generare una rete sociale nell’aiutare le donne nella quotidianità, tramite contatti, informazioni, ascolto e collaborazione. Assieme al valore aggiunto, reciproco, dell’essere in relazione. Conoscere persone nuove, condividere un po’ del proprio tempo, ascoltare e confrontarsi con modi di pensare differenti, stimola la riflessione ed arricchisce. Il pensiero cresce nel dialogo. Assieme  alle informazioni, si trasmettono e si ricevono anche emozioni.

Mi piace ascoltare, ritrovarmi in frasi espresse. Sentire un altro punto di vista opposto dal mio. Le parole ci raccontano, la voce, i gesti aggiungono. Il mio primo incontro vis-à-vis è stato con una ragazza, curiosa di saperne di più su questo progetto Le Rosa, mi ha invitata ad una camminata, attività che ci accomuna e cosi immerse nella natura ci siamo scambiate informazioni, pareri, opinioni ed abbiamo passato un piacevole pomeriggio assieme… arricchendo entrambe.

Anche altre due ragazze interessate a capire in che modo potessero interagire con il progetto LeRosa mi hanno invitata per un caffè. Ci siamo date appuntamento e, sedute a tavolino, ci siamo raccontate. Una è imprenditrice, ha diversi progetti che le piacerebbe attuare ed ha visto in noi una possibilità per poter vederli realizzati in tempi più ridotti, rispetto a quelli prospettati dalle istituzioni pubbliche. L’altra ragazza è stata entusiasta dal momento che gliene ho parlato. Lei lavora prevalentemente con le donne, le ascolta, e questo progetto l’ha coinvolta fin da subito.

Le nostre telefonate spaziano tra diversi argomenti e tra questi il progetto Le Rosa occupa un pezzettino del nostro tempo.

E stato il suo interesse a farmi incontrare un’altra ragazza, persona frizzante, nella quale ho percepito l’entusiasmo di fare rete e voler condividere con altri.

Vuoi far parte anche tu de Le Rosa? Richiedi Valore Rosa a  lerosadigiulia@seospirito.com

Il primo incontro de Le Rosa di Bologna

Poi è arrivato il nostro primo incontro territoriale organizzato. Non eravamo in tante ma è li che ho potuto incontrare persone aperte, socievoli, generose e disponibili che si sono offerte di percorrere con me questo sentiero: 3 ragazze straordinarie.

Al rientro da quell’incontro mi sono sentita molto fortunata, non avrei mai pensato di poter raggiungere quel risultato in cosi poco tempo. La prima ragazza, si dedica al business territoriale e ricerca vantaggiosi servizi/prodotti offerti da e per Le Rosa . La seconda ragazza  con la sua competenza relazionale, ricerca soluzioni per le difficoltà che si incontrano nel quotidiano. La terza ragazza si occupa della valorizzazione delle persone, attraverso proposte e organizzazione dedicate alla formazione .

Al nostro primo appuntamento era presente anche un’altra ragazza, qualificata imprenditrice, appassionata del suo lavoro, con tanta voglia di fare network e poter offrire a Le Rosa le sue competenze professionali.

Chi non ha potuto essere presente al nostro incontro però ha voluto lo stesso conoscerci . Così ho incontrato una signora, attrice, che con il marito si occupano di crescita personale. Con lei ho trovato molti pensieri accomunati. E’ appagante conversare quando senti che le parole usate,sono le stesse che avresti utilizzato tu nel descrivere la stessa cosa.

E intanto le iscritte crescevano.

Cosi, al secondo incontro eravamo molte di più.

Le tre ragazze del primo incontro ci hanno messo a disposizione la loro associazione.
In quell’occasione, si sono aggiunte altre 9 ragazze

Persone brillanti che hanno raccontato un po’ di se, della loro esperienza personale e professionale .Vita vissuta al femminile, affrontata con coraggio, sensibilità, trasporto, rigore, volontà. Ma anche fatta di doni e riscontri dal valore inestimabile, come un grazie ricevuto da una collega, la stima dimostrata da un amica o un l’abbraccio inaspettato di un figlio.

Queste sono le donne che si avvicinano al progetto LeRosa.
e la storia continua….

Claudia Cantori

Claudia Cantori

Blogger

Blogger per diletto, mi piace trovare contenuti interessanti per sensibilizzare i più distratti. Mamma, la più impegnativa, travolgente, sentimentale ed emozionante delle esperienze per me… Sono la Coordinatrice de Le Rosa di Bologna

 

Richiedi anche tu LeROSApass a

lerosadigiulia@seospirito.com

 

 

Scopri i prodotti/servizi convenzionati

Scopri Ora

 

Pin It on Pinterest

Shares