Una bella serata quella del 24 Maggio a Bologna per la presentazione del libro “Tre volte più grandi! Manuale di negoziazione” di Samantha Gamberini: una serata di crescita personale. Uscendo dal portone di via Rialto 4 ho avuto la sensazione di essere davvero diventata più grande. Forse non “tre volte” come nel titolo del libro, ma certamente di avere, grazie agli spunti di Samantha, iniziato un percorso di consapevolezza sul modo in cui negozio, gli errori che commetto e le nuove, buone strategie da mettere in atto.

Vuoi far parte anche tu de Le Rosa? Richiedi Valore Rosa a lerosadigiulia@seospirito.com

Samantha Gamberini è una bolognese doc, dalla battuta pronta e con un sorriso che ti mette subito a tuo agio. Si occupa di formazione manageriale, coaching e consulenza aziendale con un occhio di riguardo al valore del fattore umano. I suoi studi di genere e politiche di pari opportunità racchiudono uno dei punti focali del suo libro scritto a quattro mani con la collega Renata Borgato “Tre volte più grandi. Manuale di negoziazione ad uso delle donne e non solo”: donne e uomini negoziano in modo diverso. L’iniziativa gratuita organizzata da LeROSA di Bologna ha voluto approfondire proprio questo tema per capirne il perché e se sbagliamo, dove e come.

Quando le donne che negoziano: impariamo a valorizzarci di più!

Quando sono arrivata presso Energie Armoniche, dove anche per questa iniziativa Serena Cerè ha ospitato LeROSA nella sede di Via Rialto 4, nella mia mente la negoziazione di applicava sostanzialmente all’ambiente lavorativo e con il cliente. Niente di più sbagliato: Samantha ci ha fatto riflettere molto sulla definizione di negoziazione: ovvero il raggiungimento del risultato più soddisfacente per le aspettative di entrambi le parti coinvolte. Questo significa che durante la nostra giornata dalle relazioni affettive, al ménage famigliare, sul lavoro come durante un acquisto mettiamo in pratica, non sempre in maniera consapevole una tecnica di negoziazione. In base al focus più incentrato sui nostri bisogni o piò su quelli della controparte, si parla di negoziazione competitiva, evitativa, accomodante oppure win win. Sta a noi scegliere in quale casella far muovere la nostra negoziazione, anche in base alle convenzioni sociali.

Gli errori principali delle donne quando si parla di negoziazione si possono riassumere in tre punti:

  • Dovresti”: per dimostrare le proprie capacità, spesso le donne si obbligano a lavorare di più (del o della collega!), tendono a sottostimare il proprio valore e pensano che siano gli altri a dover riconoscere il merito, l’impegno o la competenza.
  • Unconscious personas”: i retaggi culturali sono barriere difficili da abbattere, per questo motivo la comunicazione deve diventare il primo strumento per negoziare il proprio valore.
  • Compromesso”: quando si arriva in questo step significa che la negoziazione ha fallito, ovvero una delle due parti sta portando a casa meno della metà del risultato prefissato.

Per migliorare la nostra negoziazione è fondamentale partire dall’obiettivo (qualitativo e quantitativo) che vogliamo raggiungere, ascoltare le richieste dell’altra persona per capire come soddisfare al meglio tutte le aspettative e fare leva sugli obiettivi comuni, valorizzare la nostra proposta. Partire dal mettere sul tavolo tutte le richieste, perché non saranno più negoziabili in un secondo momento, e chiedere senza dare per scontato che l’altra persona “dovrebbe sapere” cosa vogliamo.

Iniziative LeROSA di Bologna: networking, valore e tante risate!

La presentazione del libro “Tre volte più grandi! Manuale di negoziazione” è poi terminata con un aperitivo di networking organizzato dalla coordinatrice di Bologna Claudia Cantori. È stato un momento per tutte le donne presenti di raccontarsi, conoscersi e confrontarsi anche attraverso le esperienze di negoziazione lavorative, di vita quotidiana e sui prossimi passi dai quali partire per migliorarsi.

Per me è stata una serata stimolante, che ha permesso di conoscere nuove persone con competenze diverse dalle mie ma con le quali ho passato un momento piacevole a fine giornata. Come parte de LeROSA di Bologna è stata una nuova opportunità di offrire valore al territorio, conoscere nuove donne alle quali raccontare il progetto e fare rete.

Letizia Grossi

Letizia Grossi

Social Media Manager

Social Media..Mamma! Il mio status è un perpetuo “en devenir”…mezza italiana e mezza francese, le definizioni mi stanno strette e la curiosità mi spinge avanti. Emiliana per nascita ma Romagnola per amore, il mare è un richiamo al quale non so resistere. Mi piace pensare alla mia mente come un grande archivio dal quale pescare le informazioni giuste per aiutare le persone a raggiungere il loro traguardo; mi fa sentire parte di un cambiamento positivo. Sulla mano un tatuaggio a forma di àncora per navigare lontano ma ritornare sempre al mio porto sicuro: la famiglia.

 

Richiedi anche tu Valore Rosa a

lerosadigiulia@seospirito.com

 

 

Scopri i prodotti/servizi convenzionati

Scopri Ora

 

Pin It on Pinterest

Shares