Giochi per bambini sulla spiaggia e attività: la guida completa

Estate fa rima con mare e spiaggia in cui c’è la libertà dei bambini di sbizzarrirsi tra schizzi d’acqua e castelli, formine e tanti giochi da fare sul bagnasciuga.

Oltre a fare lunghe nuotate, passeggiate rilassanti, la vacanza al mare o la giornata al mare è il momento ideale per divertirsi con i propri figli o invogliare loro a farlo con gli amici attraverso alcuni passatempi e giochi da fare sulla spiaggia.

I momenti di relax che regala l’estate sono un ottimo modo e opportunità per abbandonare tablet e smartphone per dedicarsi al gioco libero, alla conoscenza di altri bambini, alla spontaneità di godersi momenti giocosi evitando regole troppo rigide.

Per questo ti propongo giochi e attività da fare in spiaggia, una guida utile per aumentare la fantasia, la creatività, l’attività fisica e la socialità di tuo figlio da fare in spiaggia.

Se per alcuni bambini la spiaggia poteva essere un momento di noia, grazie a questa guida si trasformerà in una piacevole giornata calda in cui sperimenterà la sua bravura quanto il divertimento.

Castelli di sabbia

Gioco classico che non passa mai di moda e che non conosce età, i castelli di sabbia sono il gioco più amato e indiscusso da fare sulla sabbia. Bastano pochi utensili come secchiello e paletta, tanta fantasia per realizzare belle opere d’arte aggiungendo rametti, sassolini, conchiglie o creando porte, finestre.

Pale meccaniche, scavatori potranno essere d’aiuto in quest’impresa che lo aiuterà a creare canali piene di acqua o strade che circondano il suo castello, anche creare strade per far arrivare le macchinine al castello.

Potrai proporre questo gioco creando delle squadre, vincerà chi costruisce il castello più bello oppure chi riesce a costruire il castello in un determinato tempo.

L’aquilone

Attività economica e divertente è far volare l’aquilone quando c’è un po’ di vento mattutino o nel pomeriggio quando la probabilità che si alzi un po’ di vento è alta. Lo spazio ampio di un luogo così aperto è l’ideale per far volare l’aquilone dai mille colori.

Gli aquiloni sono anche tanto facili da montare perciò fatelo con vostro figlio mentre è impaziente di vederlo svolazzare nell’aria.

I bambini si divertiranno a correre, a andare controvento godendosi la libertà, la meraviglia che questi oggetti così semplici regalano.

Far volare un aquilone, all’inizio, potrà essere un po’ difficoltoso per questo la presenza di un adulto sarà fondamentale finché il tuo bambino avrà preso confidenza con esso.

Potrai anche organizzare una gara di aquiloni che vedrà coinvolto tuo figlio e i suoi amici; chi lo farà volare più alto e lontano vince.

Freesbie

Tra giochi da fare sulla spiaggia non può mancare il classico frisbee.

Gioco rotondo che ricorda un disco volante, un gioco antico già presente nell’antica Grecia e che ricorda alcuni studenti, i quali lanciavano, negli anni ’40, le teglie nella mensa per divertirsi.

Tuo figlio potrà decidere di giocare in due oppure di creare delle squadre permettendo a tanti bambini di essere convolti. L’obiettivo di questo gioco è quello di lanciare un disco il più lontano possibile oppure passarlo ai propri compagni senza farlo prendere agli avversari.

In commercio esistono vari tipi di frisbee, tra ci quelli pieghevoli, come diverse sono anche le tecniche di lancio.

Molto importante è considerare anche le buone doti tattiche per lanciare in maniera perfetta il frisbee.

Sostieni LeROSA acquistando il nostro ebook
Un percorso alla scoperta di nuove letture (dai 7 agli 10 anni). Scritto da Fausta Faini, Moira Michieletto, Rita Leone. Curato da Clara Raimondi e Cinzia Di Martino

Ruba bandiera

Ruba bandiera o gioco del fazzoletto si compone di due squadre con stesso numero di giocatori più uno che assumerà il ruolo di portabandiera.

Dopo aver tracciato una linea immaginaria al centro del campo da gioco e altre due di stessa distanza e parallele che delimiteranno la “casa” delle due squadre, i giocatori di una squadra si allineano lungo la propria fila di fronte agli altri. A ogni giocatore viene dato un numero partendo dall’ estremo della fila. Il portabandiera si pone al centro tra le due squadre e tiene in mano una bandiera o un fazzoletto. Il portabandiera grida ad alta voce un numero e i due giocatori delle due squadre con quel numero correranno per prendere la bandiera evitando di essere toccati dall’ avversario in modo da raggiungere la propria casa.

Chi raggiunge la casa acquista il punto.

Vince chi ha guadagnato più punti tra le due squadre.

Caccia al tesoro

La caccia al tesoro è un gioco che va bene per qualsiasi età sia per i più piccoli che per i più grandi l’unica differenza può esserci nell’aumentare il grado di difficoltà man mano che l’età dei bambini cresce.

La caccia al tesoro prevede di nascondere un tesoro che può essere un gioco oppure dei dolciumi in un’area precisa della spiaggia. I giocatori hanno un tempo ben definito per trovare il tesoro e chi lo trova potrà decidere di nasconderlo nuovamente.

Per i bambini più grandicelli è possibile preparare della caccia al tesoro con indovinelli, giochini matematici oppure organizzare una caccia la tesoro a tema principesse, pirati, marinai, ecc…

La caccia al tesoro può anche essere una caccia agli indizi dove la soluzione di un enigma porta a scoprire la tappa successiva fino a arrivare all’ultima contenente il tesoro. Oppure può essere una caccia con una mappa che viene consegnata all’inizio ai giocatori. Su questa mappa è disegnato il luogo dove si svolge la caccia e in cui si raggruppano i vari indizi che porteranno al luogo in cui è nascosto il tesoro.

La ricerca delle conchiglie

I bambini amano cercare le conchiglie sia che si tratti di trovarle sulla spiaggia che nel mare. Tutti quanti lo abbiamo fatto da bambini e forse continuiamo anche a farlo da adulti aiutando i piccoli a riempire il loro secchiello.

È un’attività divertente che permette ai bambini di camminare tanto, di avere l’attenzione su un’attività ben precisa e li distoglie dal tempo che passa. Inoltre, è un ottimo modo per gli adulti di tenere i bambini vicino alla riva evitando che si allontanino troppo.

Oltre a avere una bella collezione a casa di queste conchiglie, i bambini potranno giocarci usando una bacinella d’acqua o mentre si fanno il bagnetto; quelle con il buco possono essere usate per creare delle simpatiche collane.

La palla

In ogni busta di giocattoli di bambini non può mancare la palla.

Il gioco che più i bambini amano fare in spiaggia è 5 si schiaccia che consiste nel passare la palla contando fino al numero 5; arrivati a questo numero, si schiaccia. Se la palla colpisce un bambino allora questo dovrà uscire dal gioco.

Non c’è un numero massimo di giocatori perché può essere fatto anche quando si è in tanti.

Altro gioco da fare con palla consiste nel disporsi in cerchio attorno ad un giocatore il quale dovrà lanciare la palla in aria, sopra la sua testa e nominare uno dei giocatori; questi dovrà correre per prendere la palla al volo. Presa la palla, dovrà subito rilanciarla in alto e nominare un altro giocatore.

Infine, con la palla si può fare il classico gioco della pallavolo. Ovviamente senza pretendere di saper giocare come migliori giocatori, anche i più piccoli potranno divertirsi a prende la palla con una mano o anche con qualche calcio.

Qualsiasi gioco fatto con la palla deve essere ovviamente fatto nel rispetto dei vicini di ombrellone.

I racchettoni

Nell’elenco dei giochi da spiaggia non potevano mancare i racchettoni.

Si può giocare in due o in quattro, l’obiettivo è quello di colpire la pallina facendo in modo che l’altro avversario possa raggiungerla con la sua racchetta senza farla cadere. Anche in questo caso è possibile creare delle linee immaginarie che delimitino un piccolo campo in cui i bambini possono divertirsi nel giocare una piccola partita oppure se c’è una rete da tennis sulla spiaggia, potrai invogliare tuo figlio a utilizzare quella.

E poi… i bambini sono degli abilissimi inventori di giochi. Scuramente sapranno come trascorrere il loro tempo, fare nuove amicizie inventandone dei nuovi mai conosciuti prima.

Anche senza giocattoli il tuo bambino saprà godersi dei momenti di grande libertà e giocosità.

 

0 Condivisioni