Bloginrete: Business Model Canvas con Fabiana Palù

Bloginrete è un progetto creato da SeoSpirito Società Benefit srl per blogger e per tutti coloro che vogliono far crescere davvero il proprio blog, seguiti e assistiti per ottenere risultati importanti.

Un anno di lavoro intenso: incontri e mentoring con professionisti esperti in competenze necessarie a chi vuole fare blogging professionistico, articoli da scrivere per i blog del network così da essere corretti, imparare davvero a scrivere per il web, condividere come si deve, generare rumor e far crescere la propria authority, ormai fondamentale per Google. 

Un percorso innovativo che ti mette nelle condizioni di lavorare in rete, per far conoscere il nostro Brand e quello di coloro che hanno accettato di partecipare attraverso l’assistenza continua da parte di Giulia Bezzi e tutto il team di SeoSpirito.

Bloginrete adotta la didattica “learning to doing“, teoria e molta pratica e segue il percorso del ciclo Deming: pianificazione, azione, controllo e azioni correttive. L’idea è quella di creare un percorso che segua i partecipanti al fine di valutare gli effettivi risultati, dare tutta l’assistenza possibile perché vengano corretti gli errori e imparate le tecniche di blogging e poter collaborare con i blogger che partecipano, sia con i clienti di SeoSpirito che con quelli dei professionisti del network che collaborano con Giulia Bezzi.

È un progetto di business e Giulia, con la sua caratteristica trasparenza e il suo pragmatismo, non l’ha presentato come una passeggiata, anzi più come, o la va o la spacca! Nonostante queste premesse toste, ogni anno, blogger da tutta Italia si iscrivono a Bloginrete e accelerano alla grande.

Bloginrete: il primo anno dal vivo 

Il primo incontro, nel 2019, è stato dedicato alla pianificazione della proprio idea attraverso la spiegazione e successiva implementazione del Business Model Canvas, uno strumento del marketing strategico studiato per mettere a fuoco il proprio modello di business.

L’emozione era a mille e la paura non dichiarata si percepiva nell’aria. Non sono servite presentazioni fra noi partecipanti, ci conosciamo tutte online e ci riconosciamo offline come donne e uomini che hanno voglia di lasciare un segno positivo nel mondo.

La porta si chiude, il rumore della macchinetta del caffè si cheta, l’ansia dell’attesa dell’inizio di blog in rete finalmente si placa, diamo inizio ai lavori!

Giulia introduce questa prima giornata di lavoro, efficace, precisa ed emozionata come solo una donna che nelle cose che fa mette tutta se stessa, può esserlo.

L’unica persona tranquilla nella stanza, con il suo sorriso serafico e rassicurante è Fabiana Palù, il nostro tutor dei primi due incontri di progettazione. Come farà a rimanere tranquilla di fronte a tanta adrenalina? La risposta a questa domanda l’abbiamo compresa progressivamente lavorando sul nostro Business Model Canvas, guidati dalle domande orientative di Fabiana ed aiutati dal confronto con i compagni.

Capacità di analisi, competenza, apertura di prospettive, sono solo le prime tra le molteplici e meravigliose caratteristiche che Fabiana Palù ci ha dimostrato di avere. Non ci ha dato risposte, ci ha fatto domande, quelle giuste per farci comprendere come cercare quelle risposte che in parte ognuno di noi ha dentro. Non ha chiesto di presentarci, ci ha chiesto di parlare del nostro progetto, che spesso coincide con il nostro sogno da realizzare.  

 

Chi è Fabiana Palù?

Molti di noi avrebbero voluto mettersela in tasca e portarla a casa! Fabiana è una Consulente organizzativa per aziende che vogliono crescere e aumentare il profitto, iniziando con il migliorare il benessere dei propri dipendenti.

È anche una Coach: aiuta le persone a trovare la loro strada, a cambiare lavoro cercando quello nel quale hanno maggiore possibilità di realizzarsi oppure le aiuta ad inventarsene uno completamente nuovo. La maggior parte delle sue clienti sono donne alla ricerca di nuovi equilibri tra vita, famiglia e lavoro.

Lavorando con Fabiana, si comprende come la sua vera forza sia quella di trasmettere la possibilità di cambiamento, che lei stessa ha vissuto e non semplicemente studiato.

Dopo aver lavorato con soddisfazione in un’azienda per 15 anni, Fabiana ha deciso infatti di rimettersi in gioco per realizzare il proprio sogno, di lavorare come Libera professionista sui temi del benessere delle persone.

Questa è Fabiana Palù, una bussola, un faro di luce che può illuminarti la strada da percorrere. Con la giusta luce ed una bussola che ti orienta magari puoi accorgerti che la strada che avevi deciso di intraprendere non è quella giusta, che ce n’è un’altra migliore a fianco che non avevi visto.

Che cos’è il Business Model Canvas?

Il Business Model Canvas è uno strumento di analisi di marketing strategico, che permette di pensare e di visualizzare la progettazione di un’attività di business, scomponendola in aspetti chiave per la riuscita.

Utilizzando il sistema della pensiero visivo, il Business Model Canvas aiuta a condividere e semplificare dei concetti complessi che riguardano il funzionamento di un progetto. L’analisi tocca ogni aspetto dell’idea, dalla Vision alle risorse materiali, indispensabili per poter svolgere il lavorare.

Bisogna sognare a lungo termine e progettare a 18 mesi e poi riprogettare ancora.

Uno dei libri più utili in assoluto
Se vuoi capire come indirizzare la tua carriera capendo perfettamente come costruirla addosso a te stessa, questo libro fa proprio per te

Il Business Model Canvas non è da utilizzare solo nella fase iniziale della progettazione di una idea di business, ma serve anche per poterlo ri-orientare o perfezionare per farlo crescere ed essere sempre al passo con l’innovazione. Potrebbe sembrare un modello di analisi adatto solo a grandi aziende, in realtà  grazie a Fabiana, è risultato essere uno strumento indispensabile e applicabile ad ogni idea di progettazione.

A noi serve per avere una visuale chiara degli obiettivi da raggiungere con il nostro blog. Il fatto di usare un linguaggio visivo universale permette un utile lavoro di confronto e collaborazione con i compagni di percorso.

0 Condivisioni