Il budget marketing: cos’è e come calcolarlo.

Hai sentito parlare di budget marketing per le aziende, ma non sai di cosa si tratta? Sei un imprenditore e stai cercando consigli per la corretta gestione e crescita della tua azienda?

In questo articolo troverai diversi suggerimenti e chiarimenti , che ti aiuteranno nella giusta pianificazione del tuo budget aziendale, in modo da gestire correttamente la tua attività.

Ogni azienda, piccola o grande che sia, deve erigere, ad inizio anno, il proprio budget marketing per tenere sotto controllo la gestione delle proprie spese e dei propri obiettivi e, lo stesso, va ricontrollato costantemente e attentamente durante i mesi successivi.

Cos’è il budget marketing

Immagino che le prime domande che vi siano venute in mente, leggendo soltanto il titolo di quest’articolo, siano state: “Quanto investire per il nostro budget marketing? Iniziare da una cifra bassa per capire come va l’andamento dell’azienda o investire dal principio una cifra importante?” . Le risposte non sono così semplici e lineari , se non abbiamo ben chiaro il significato corretto di budget marketing. Solo dopo aver capito  il suo significato potete iniziare a creare il vostro elenco puntato di obiettivi da raggiungere e modalità per ottenerli.

Il budget marketing è la somma dei vari budget di settore, che compongono il budget aziendale. In altre parole il budget marketing è un documento di pianificazione, che le aziende utilizzano per definire la propria strategia di marketing. Questo permette di pianificare le attività e le campagne di marketing che si sviluppano, andando a suddividere il budget che si possiede assegnando i fondi per le varie attività, includendovi le spese per le strategie di marketing e la pubblicità.

Il successo di una campagna di marketing sarà dato dallo sviluppo accurato di una o più azioni che, pianificate in modo corretto, permettono di raggiungere gli obiettivi preposti.  Ricordatevi che potete anche imporvi obiettivi più piccoli ed organizzati , più facilmente raggiungibili.

La pianificazione del budget aziendale deve prevedere azioni di marketing , che possono essere alcune o tutte tra le seguenti:

  • social media marketing;
  • newsletter;
  • telefonate;
  • promozioni;
  • fiere;
  • realizzazione di cataloghi;
  • eventi;
  • pubblicità;
  • media tradizionali;
  • gadget aziendali;
  • cartelloni pubblicitari (ideale i 6×3).

Perché ti serve un budget marketing

Definito cos’è il budget marketing,  procediamo cercando di capire perché va impostato al fine di realizzare il piano marketing ideato.

Ogni imprenditore deve impostare sia all’inizio della propria attività , che all’inizio di ogni anno lavorativo, un budget marketing da investire ,con diverse modalità, per raggiungere  gli obiettivi desiderati.

Il budget marketing va strutturato non come una classica lista della spesa, ma come un elenco puntato in cui descrivere in modo dettagliato tutti i punti che si stanno analizzando e come potrebbero evolvere nel tempo ma, soprattutto, vanno indicati  gli step temporali in cui fermarsi per riguardare cosa si è fatto fino a quel momento e se l’obiettivo è stato raggiunto. Nel caso in cui l’obiettivo sia stato raggiunto , si può passare all’obiettivo successivo, altrimenti bisogna fermarsi ed analizzare il motivo per cui c’è stato il fallimento e il non raggiungimento dello stesso.

Gli obiettivi sono raggiungibili tenendo conto di tre parametri , di come questi si intersecano tra di loro e tre variabili cardine.

I tre parametri sono:

  • la propria attività;
  • il mercato di riferimento;
  • la concorrenza.

Le tre variabili cardine sono:

  • le risorse economiche dell’azienda, quindi i soldi;
  • le risorse temporali dell’azienda, ossia il tempo;
  • l’entità dell’obiettivo, come numeri, volumi e risultati attesi e raggiungibili in tempo predefinito.

Vien da sé che se si ha a disposizione un budget corposo da investire nel marketing, associato a molto tempo da dedicare alle azioni di marketing sopra citate, sarà più facile stare nei tempi per raggiungere gli obiettivi e certezza di ottenerli. Al contrario un budget esiguo , associato a poco tempo da dedicare alle azioni di marketing, difficilmente riuscirà a far raggiungere gli obiettivi desiderati in un lasso di tempo ristretto.

Palestra d'impresa

Gli obiettivi di business: dove vuoi arrivare con la tua PMI

L’elenco di obiettivi di business che si va a delineare va ben ponderato per investire al meglio il budget che l’azienda ha designato per le campagne marketing.

Gli obiettivi , di formazione e temporali, consentono di far crescere la propria azienda e , inoltre , permettono di:

  • analizzare la propria attività definendo obiettivi e modalità di raggiungimento: ricordatevi di rivalutare gli obiettivi non di anno in anno, ma in tempi più ridotti, come ad esempio ogni tre o sei mesi massimo, in modo da poter riassestare la condizione se non si sta andando nella direzione dell’obiettivo preposto;
  • studiare il mercato analizzando in modo approfondito il contesto in cui si sta lavorando;
  • analizzare la concorrenza, cercando di trarre spunti per migliorare i propri punti forza abbattendo sempre più i punti di debolezza;
  • identificare i clienti che si vogliono raggiungere.

Gli obiettivi del budget marketing, in particolare, permettono di:

  • simulare le conseguenze economico-finanziarie di determinate ipotesi di gestione;
  • guidare i responsabili ad operare in conformità con gli obiettivi definiti;
  • valutare e responsabilizzare il management sui risultati conseguiti;
  • coordinare i membri dell’organizzazione nelle loro attività, quali ad esempio la logistica deve parlare con la produzione, la produzione con la logistica e così via.

Possiamo paragonare il fare budget con una partita a scacchi. Un buon giocatore conosce le mosse riesce a prevedere quali fare soltanto vedendo come sono disposte le pedine sulla scacchiera. Una buona partita prevede alla base una buona conoscenza della materia, quindi del gioco. Trasferendolo al budget: conoscendo bene mercati, concorrenza e propria azienda si possono prestabilire gli obiettivi adatti per la propria azienda, cercando di incappare in pochissimi errori.

Come calcolare il marketing budget in base agli obiettivi

Vediamo ora come calcolare il marketing budget in base agli obiettivi. Per sviluppare un corretto budget marketing, oltre a definire come già detto i propri obiettivi, bisogna conoscere in modo approfondito la produttività dell’impresa e come essa si dispone all’interno del proprio ambiente competitivo.

Alla base della gestione del budget marketing, come già accennato, c’è il piano marketing, ossia un documento scritto che riporta:

  • canali scelti per le azioni di marketing;
  • azioni previste;
  • importi economici teorici;
  • investimenti reali fatti;
  • risultati di ogni singola azione.

Tenendo sotto controllo i cinque punti sopra elencati si riesce ad analizzare correttamente le cause di scostamento ed i correttivi da adottare. Come calcolare però il budget da investire a seconda della propria azienda?

Naturalmente il budget che si può investire nelle campagne di marketing varia anche a seconda della grandezza dell’azienda in questione. In linea di massima la percentuale di budget aziendale da investire, a seconda del proprio fatturato, é:

  • 2 – 5 % per le grandi aziende;
  • 5 – 10 % per le medie aziende;
  • 10 – 20 % per le piccole aziende o start up.

Ad esempio, se si fattura 1.000.000 di euro si può decidere di investire un 10% del fatturato nell’obiettivo di portare il proprio fatturato al raddoppio di quello di partenza entro l’anno successivo. Al contrario, se si investe troppo poco, si rischia che un nostro concorrente investa di più riuscendo a raggiungere lo stesso obiettivo in un lasso di tempo inferiore, a nostro discapito.

In conclusione, il budget marketing deve prevedere uno studio accurato e completo di noi stessi, della concorrenza , del tempo e di cosa vogliamo raggiungere per evitare di incappare in errori e sprecare il nostro preziosissimo denaro e tempo.

0 Condivisioni