Bevanda detox

 

Bevanda detox , cioè una bevanda disintossicante, purificante, che ci aiuta a eliminare tossine e scorie dal nostro organismo in modo del tutto naturale con frutta e verdura.

Non sono da considerarsi metodi efficaci per il dimagrimento e occorre fare attenzione quando si soffre di una patologia particolare perché non tutti i succhi detox possono essere privi di rischi.

Alcuni tipi di frutta associati ad alcuni farmaci potrebbero creare dei disturbi, quindi sarà bene consultare il proprio medico prima di gustare un succo detox.

I benefici di una bevanda detox

Per preparare le bevande detox occorre procurarsi frutta e verdura fresca e di stagione; inutile voler preparare un succo con le fragole, ad esempio, se occorre utilizzare quelle congelate, non gioverebbe ne alla salute ne alla tasca.

I succhi di verdura e di frutta detox hanno tutti una funzione depurativa e vanno preparati con alimenti crudi perché contengono un’alta quantità di acqua, di vitamine, di sali minerali, di enzimi digestivi, di fitonutrienti e degli zuccheri naturali della frutta.

I loro benefici si rivelano a livello di intestino, di fegato, di pelle, di capelli, insomma sono ottimi per l’intero corpo.

I kiwi e le prugne ad esempio stimolano il funzionamento dell’intestino e sono pertanto raccomandati al mattino; le mele sono un lassativo naturale; il coriandolo e chlorella servono per depurare l’organismo dai metalli pesanti.

Ma ecco nello specifico alcuni esempi di bevana detox che si possono preparare in casa con l’utilizzo del frullatore, della centrifuga e dell’estrattore.

Ingredienti e preparazione per la bevanda detox

 

Il frullato detox del mattino

Le prugne e il kiwi stimolano il funzionamento dell’intestino e sono pertanto raccomandati al mattino, perché aiutano a smaltire le scorie. La cannella, inoltre, aiuta a metabolizzare i grassi e risulta quindi una spezia particolarmente utile per chi sta seguendo una dieta dimagrante.

  • 2 prugne secche denocciolate
  • 1 kiwi
  • 1 mela
  • 1/2 tazza di acqua
  • 1 pizzico di cannella

Sbucciare il kiwi e privare la mela del torsolo; tagliare tutto a pezzetti, unire l’acqua e frullare.

Centrifugato super digestivo

Le mele sono un ottimo lassativo naturale e promuovono il corretto funzionamento dell’intestino.

Le carote, dal canto loro, svolgono un’azione depurativa a livello epatico e favoriscono la produzione di bile.

L’arancia, infine, stimola la produzione di succhi gastrici e contrasta la costipazione.

  • 1 mela
  • 3 carote
  • 1 arancia

Eliminare la buccia dell’arancia e privare la mela del torsolo; unire alle carote e centrifugare il tutto.

Bevanda detox per depurare dai metalli pesanti

Questa bevanda detox grazie alla compresenza di coriandolo e chlorella, serve per depurare l’organismo dai metalli pesanti. Vi si aggiungono sedano e il lime, anch’essi cibi depurativi, e le mele, disintossicanti per via del contenuto di pectina.

  • 1 mazzetto di coriandolo fresco
  • 1 gambo di sedano
  • 1 lime
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 2 mele
  • 1/2 cucchiaio di chlorella in polpvere

Privare le mele del torsolo e sbucciare il lime; unire tutti gli ingredienti eccetto la chlorella nell’estrattore. Una volta ottenuto il succo, aggiungere anche la polvere di chlorella e mescolare.

Estratto detox al melone

Grazie alla presenza di anguria e melone bianco, questo succo disintossicante è anche molto fresco e reidratante, perfetto per essere consumato alla fine dell’estate, quando sia l’anguria che il melone bianco sono di stagione.

  • 2 triangoli di anguria
  • 2 fette di melone bianco
  • 1 cetriolo
  • 1 lime
  • 1 mazzetto di menta

Fare a pezzetti anguria e melone, sbucciare il lime e unire il cetriolo; inserire tutto all’interno dell’estrattore.

Banner Bloginrete LeROSA

Tropical smoothie

L’ananas è uno dei frutti migliori per combattere la ritenzione idrica, mentre il cocco aiuta a eliminare le tossine dell’apparato digerente e a smorzare la fame.

Questo frullato o smoothie è quindi ottimo se si sta seguendo una dieta dimagrante.

  • 1 banana
  • 2 cucchiai di cocco disidratato
  • 3 fette di ananas fresco
  • 1 tazza di acqua

Unire gli ingredienti e frullarli; aggiungere l’acqua necessaria a raggiungere la consistenza desiderata e, se si preferisce, qualche cubetto di ghiaccio.

Termini specifici

Quando si parla o si scrive di frutta, verdura e alimenti in genere si pronunciano termini che non si è abituati ad ascoltare; di seguito la spiegazione di alcuni termini utilizzati in questo articolo per meglio comprenderli:

  • fitonutrienti: I fitonutrienti o fitochimici sono sostanze chimiche naturali presenti negli alimenti di origine vegetale. Frutta e verdura contengono migliaia di fitonutrienti che sebbene non necessari per la sopravvivenza hanno proprietà benefiche per l’organismo umano. Prima di tutto e in natura queste sostanze sono essenziali però per “schermare” i vegetali da insetti, germi e funghi.

Tra gli altri alimenti e bevande di origine vegetale contenenti fitonutrienti la frutta secca, i cereali integrali, i legumi e il té. I fitonutrienti o fitochimici possono essere in grado di aiutare a prevenire patologie croniche e legate all’invecchiamento come artrite e aterosclerosi, anche grazie alle loro proprietà di agire contro le infiammazioni croniche.

  • Chlorella: la chlorella è una microalga composta da una cellula soltanto, che vive nelle acque dolci, da cui si è ricavato un integratore alimentare che fa benissimo all’organismo. Questo perché questa portentosa alga è uno dei vegetali più ricchi di clorofilla che esistano. Proprio in virtù dei fitonutrienti che contiene, la chlorella è un ottimo antidoto per disintossicare l’organismo non solo da scorie e tossine in genere, ma in particolare dall’accumulo dei metalli pesanti.

Oltre a depurare sangue, fegato e intestino, grazie al contenuto di vitamina A, C, ed E e alle vitamine del gruppo B, quest’alga contribuisce a rafforzare le difese immunitarie, a proteggere dall’azione dei radicali liberi e a prevenire le infezioni. Infine, si è rivelata anche un tonico per il sistema nervoso, in grado di aiutare la concentrazione e alleviare gli stati depressivi. Attenzione a non abusarne però: la chlorella, che si trova di solito in polvere che in capsule in erboristeria, non può essere consumata continuamente per un periodo di tempo superiore a uno o due mesi.

 

0 Condivisioni