Cellulite e ritenzione cosa sono?

Parlare di cellulite e ritenzione è sempre un po’ come camminare sopra i carboni ardenti: mille nozioni, mille consigli, mille dubbi.

Il popolo femminile dichiara guerra a questa piaga che crea paura e imbarazzo specie nelle stagioni più calde, quando tendiamo a scoprirci.

Spiegheremo la differenza, individueremo le cause e le conseguenze di questi inestetismi, che non vanno presi sottogamba.

Infine daremo alcuni consigli e step da seguire per migliorare l’aspetto estetico e il benessere interiore.

Cos’è la cellulite e cosa la ritenzione

Cellulite e ritenzione idrica sono due disturbi che sembrano uguali, ma completamente diversi per sintomi e diagnosi.

Si può dire che in comune hanno molti fattori: colpiscono la maggior parte dei soggetti femminili, indipendentemente dallo stato fisico e dall’età.

Creano scompensi, gonfiore, circolazione alterata, rallentamento dei singoli movimenti.

La prima è una patologia a tutti gli effetti e l’altra, un inestetismo fisico. Ma cerchiamo di capire bene le differenze tra le due.

La cellulite è un’infiammazione provocata dal tessuto adiposo sottocutaneo, come abbiamo anticipato, è una patologia che se non presa per tempo crea gravi conseguenze. 

Quando si soffre di cellulite i nostri arti (braccia e gambe) appaiono gonfi, con il classico effetto “buccia d’arancia”.

Può provocare dolore al tatto e durante il movimento. 

Grazie all’adipe infiammato la funzionalità del microcircolo tende a diminuire e ad essere rallentata.

A differenza della ritenzione la cellulite è molto più complessa e si può evolvere in 4 stadi:

  • con il primo stadio abbiamo un leggero rallentamento della circolazione e gonfiore (possibilmente reversibile);
  • il secondo stadio oltre al rallentamento crea un ristagno di tossine nel tessuto adiposo;
  • il terzo stadio è quello che forma dei noduli che distruggono il tessuto connettivo creando visibilmente l’effetto “buccia d’arancia”;
  • il quarto stadio (il più pericoloso e irreversibile) fa sì che questi noduli diventano sempre più grandi creando del tessuto fibroso. La pelle risulterà fredda, pallida e molto dolorosa anche durante dei semplici movimenti.

La ritenzione invece è un ristagno di liquidi sottocutaneo che interessa le cosce,addome e glutei. Questi liquidi si posano sopra il tessuto adiposo formando un edema.

Alla vista dunque avremo i nostri arti inferiori con zone localizzate molto gonfie. Per riconoscere se soffriamo di questo inestetismo basta premere un dito contro la gamba per qualche secondo; se rimane l’impronta siamo davanti ad un caso di ritenzione.

In questi liquidi sono presenti tossine che rallentano il sistema circolatorio, linfatico e bloccano il metabolismo cellulare.

Vuoi farti promuovere ne LeROSA

Contattaci

Cause della cellulite e della ritenzione

Le cause della cellulite e della ritenzione sono simili.

Molte persone si soffermano sul fatto che questi due disturbi sono da attribuirsi al 90% al sovrappeso e all’obesità, invece si può soffrire di questi sintomi anche se si è in normopeso.

I fattori della cellulite  possono essere:

  • genetica;
  • ormonale;
  • circolatoria;
  • stress;
  • alimentazione scorretta;
  • cattiva postura.

Questi valgono anche per la ritenzione, ma di solito quest’ultima appare anche perchè abbiamo delle abitudini malsane come:

  • fumo e alcol;
  • eccesso di sale;
  • vestiti troppo stretti;
  • medicinali.

Oppure per problemi di salute come

  • insufficienza renale;
  • intolleranze;
  • tiroide sballata;
  • scompensi cardiaci;
  • allenamento scorretto (soggetto non idoneo a certe tipologie di attività fisica).

Quindi oltre all’eccesso di peso c’è molto di più.

Rimedi per la cellulite

Dobbiamo assolutamente sfatare un mito: le creme rassodanti e gli integratori non sono il Santo Graal. 

Nel peggiore dei casi ci sono dei trattamenti medico estetici (anche chirurgia) che possono far migliorare la situazione, oppure possiamo seguire vari step che se fatti con costanza aiutano a migliorare nettamente la situazione come:

  • massaggi presso centri specializzati;
  • rieducazione alimentare;
  • scrub e peeling;
  • attività fisica adeguata alle esigenze;
  • aiutare la circolazione mettendo un cuscino sotto le gambe quando; siamo sdraiate in modo da aiutare il ritorno venoso.

Rimedi per la ritenzione

Per la ritenzione idrica un buon cambio di alimentazione è già un bel punto di partenza, eliminiamo alimenti troppo salati e prediligiamo frutta e verdura che stimolano la diuresi.

Possiamo usare delle tisane o rimedi naturali come tarassaco, pilosella, betulla, meliloto.

Altri consigli possono essere:

  • linfodrenaggio (sempre da personale qualificato);
  • limitare l’uso di latticini;
  • eliminare bevande gassate;
  • eliminare cibi confezionati;
  • attività fisica strutturata in base alla persona;
  • camminate.

Vi ricordo che il tutto va associato bevendo molta acqua e mantenendo un andamento costante per tutti i trattamenti.

Un ultimo consiglio, ma il più importante: imparare ad avere un po’ di amore per se stessi, volersi bene è il primo passo per migliorare.

Vuoi scrivere all’espert* di questo articolo?

Contattaci

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Deborha D'Agnelli

Deborha D'Agnelli

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori

 

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora