Uno degli aspetti fondamentali del vivere in uno spazio di coworking è la sua scelta iniziale che condizionerà poi il vivere quotidiano. Oggi l’offerta sul territorio è quasi capillare e, per chi decide di lavorare in un ufficio condiviso, diventa difficile scegliere e districarsi tra le diverse tipologie. Di seguito quindi una serie di spunti su cui riflettere per scegliere il coworking più adatto alle proprie esigenze senza dimenticare la proposta economica e di servizio.

L’offerta dei servizi

Uno dei primi aspetti per la valutazione di uno spazio di coworking è sicuramente l’offerta di servizi proposti all’interno del costo complessivo. Oggi è preferibile scegliere offerte che contemplano l’utilizzo della scrivania ma anche quello della sala riunioni, un certo numero di stampe, l’utilizzo di armadietti personali chiusi a chiave e servizi di cucina/ristoro. Importante inoltre la valutazione della libertà di movimento all’interno del coworking con la possibilità di portare ad esempio la propria sedia, i propri monitor e gli attrezzi del mestiere.

La Community

Fattore importantissimo per la scelta della propria postazione in coworking è la valutazione della community già presente all’interno dello spazio. Esistono community di professionisti dette “verticali” che si occupano esclusivamente di un settore specifico (ad esempio unicamente grafica digitale, oppure intelligenza artificiale, etc) ma esistono anche community “orizzontali” che includono professionalità diverse (ad esempio sviluppo di siti web, fotografia, giornalismo, progettazione, etc). In questo caso, la valutazione deve essere puramente personale senza però dimenticare quanto una community orizzontale può dare al proprio lavoro e alla propria esperienza.

Vuoi far parte anche tu de Le Rosa? Richiedi Valore Rosa a lerosadigiulia@seospirito.com

Gli Eventi

Un coworking non è unicamente affitto di scrivanie ma anche momenti che coinvolgono la community, i liberi professionisti e le attività della zona. Risulta altresì importante valutare la qualità e l’attualità degli argomenti trattati. Se da un lato possono essere interessanti eventi e incontri incentrati su temi fiscali, normativi o finanziari, dall’altro possono essere sicuramente più interessanti argomenti “smart” come la fase di startup, la realtà virtuale o le cripto-valute.

La comodità di parcheggio

Sembrerà strano ma per accedere ad uno spazio di coworking è necessario anche trovare parcheggio, ogni mattina. E’ quindi necessario valutare attentamente anche la disponibilità di parcheggi nei pressi del coworking (senza dover fare chilometri a piedi) e soprattutto il loro costo (se a pagamento). Aggiungere il costo del parcheggio al costo della scrivania rischia quindi di annullare i benefici del vivere in un ufficio condiviso. Nelle grandi città oppure nei centri abitati difficilmente si trovano parcheggi liberi e gratuiti, è preferibile quindi scegliere coworking decentrati ma comodi ed economici.

La posizione rispetto al centro

Uno degli aspetti importanti per la valutazione di un coworking è la sua posizione rispetto al centro. Se da un lato potrebbe essere semplice pensare che un coworking in centro città sia la scelta migliore, dall’altro è necessario valutare anche quanto questa posizione sia effettivamente necessaria quotidianamente. Un coworking in centro è sicuramente vicino alle attività (es: banche, scuole, comune, cartolaio, supermercati) ma spesso queste non sono necessità che ogni giorno colpiscono il libero professionista. Un coworking nella cerchia esterna della città è invece più accessibile e a ridosso degli snodi commerciali e industriali che reggono l’economia del luogo, unitamente alla vicinanza con la ferrovia e gli ingressi autostradali, luoghi di sicuro passaggio e di alta visibilità.

Chi gestisce lo spazio

Un altro aspetto fondamentale per la valutazione di un coworking è senza dubbio la sintonia che si può creare con i gestori dello spazio così come la loro professionalità e l’affinità di lavoro. Esistono coworking gestiti da giovani e dinamici imprenditori così come spazi gestiti da professionisti reinventati. La scelta è ovviamente personale ma dovrebbe tener conto di quanto chi gestisce il coworking può dare alla propria attività sia in termini di servizi, consigli, esperienza e, perché no, simpatia.

L’offerta economica

Seppur importante per il proprio portafoglio, l’offerta economica non è l’unico elemento di valutazione come abbiamo potuto vedere e, probabilmente, l’ultimo in ordine di importanza. In questo caso è fondamentale valutare i costi effettivi, quello che è incluso ed escluso, gli sconti sull’acquisto di mensilità aggiuntive, gli eventuali piani annuali e le differenti modalità di pagamento.

Se hai deciso di lavorare in uno spazio di coworking dinamico e moderno ti aspettiamo a Coworking Treviglio per una prova gratuita delle nostre scrivanie, di tutti i nostri servizi e soprattutto della nostra community di professionisti.

Francesca Galasso

Francesca Galasso

Webmaster e SEO Specialist

Webmaster e SEO Specialist, aiuto aziende e professionisti ad avviare il loro business online. La mia passione sono le parole chiave e i codici per far aumentare le conversioni dei siti. Studio, sperimento e diffondo la mia passione attraverso il mio blog web-assistant.it Mi occupo anche di Social Media Marketing, soprattutto su Facebook. Sono la Coordinatrice de Le Rosa di Bergamo

 

Richiedi anche tu Valore Rosa a

lerosadigiulia@seospirito.com

 

 

Scopri i prodotti/servizi convenzionati

Scopri Ora

 

Pin It on Pinterest

Shares