feng shui le regole in ufficio

Feng shui, le regole in ufficio

Il feng shui in ufficio è l’arte di arredare gli spazi lavorativi allo scopo di migliorare il benessere delle persone che ci lavorano. Un ufficio progettato con il feng shui, facilita l’adattamento al luogo di lavoro, agendo sul rendimento e favorendo la concentrazione.

Conosciuta come l’arte di disporre lo spazio in sintonia con se stessi e con l’ambiente che ci circonda, il feng shui vanta quattromila anni di storia. Gli antichi cinesi formularono le leggi del feng shui dopo una lunga e attenta osservazione della natura e dei suoi cicli. Osservarono, ad esempio, che ogni stagione, così come ogni spazio, ha un’energia propria – Qi , respiro cosmico – che influenza il comportamento degli abitanti della Terra. Ciò spiegherebbe come mai quando passeggiamo in un bosco o sul lungo mare, proviamo emozioni diverse rispetto a quando lavoriamo in un brutto ufficio.

Il Qi entra dalla porta d’entrata aziendale e scorre nell’ambiente, replicando il percorso tracciato dagli spostamenti delle persone. L’unica differenza è che questa energia pervade gli ambienti in tutta loro dimensione.

Fondamenti del feng shui in ufficio :

  • orientamento dell’edificio;
  • colori degli ambienti;
  • materiali costruttivi;
  • posizione degli oggetti;
  • forme e disposizione dei mobili.

Ogni persona che lavora in ufficio otto ore il giorno, trascorrerà circa un terzo della vita in un ambiente non congeniale al suo modo di essere e che elude i requisiti di quel sentirsi bene necessario per la concentrazione, il rendimento e la felicità.

Ora vediamo quali interventi di feng shui sul luogo di lavoro ci permettono di modulare l’energia che vi scorre, simulando il benessere che godiamo durante un’immersione nella natura.

1. La scrivania

La scrivania ha un ruolo fondamentale nel feng shui per l’ufficio, che detta alcune regole essenziali:

  • ingresso visibile;
  • solidità;
  • visuale;
  • arredo evocativo.

Capiamo meglio il significato di queste semplici leggi del feng shui.

Forse non hai mai pensato che la posizione della tua scrivania influenzi la tua capacità diconcentrazione. La scrivania dev’essere disposta in modo che si possa vedere l’entrata della stanza. Ciò consente di controllare gli spostamenti di colleghi e collaboratori ma soprattutto di non essere inconsapevolmente investiti dal Qi che, fluendo tra le porte e finestre, rischierebbe di minare la concentrazione.

La postazione lavoro ideale prevede sempre una struttura solida alle spalle. Il richiamo al feng shui riguarda la teoria dei quattro animali sacri che ci dà alcune indicazioni precise. Ogni attività che ci impegni per più di due ore deve garantire una certa protezione dal lato della schiena, così da riprodurre l’energia difensiva rappresentata dalla tartaruga, uno dei quattro animali sacri del feng shui. Un muro, un mobile chiuso, una libreria oppure una sedia con lo schienale alto, soddisfano perfettamente questa necessità, favorendo il benessere psico-fisico e aumentando l’attenzione.

La posizione della scrivania deve permettere di volgere lo sguardo verso uno spazio ampio e sgombro, almeno a livello degli occhi. Questa posizione offre l’opportunità di ampliare l’orizzonte mentale e favorire il problem solving. Lo spazio fronte scrivania richiama la simbologia della fenice – animale sacro contrapposto alla tartaruga – che con la sua energia associata al fuoco, ci aiuta ad ampliare la nostra visione e le prospettive di crescita.

A destra e a sinistra della scrivania, il feng shui in ufficio consiglia di avere ancora dei mobili, oppure dei complementi d’arredo, stavolta bassi, che evochino la presenza dei due animali sacri rimanenti. La tigre e il drago simboleggiano rispettivamente l’energia femminile e maschile e concorrono a creare uno spazio lavorativo armonico.

Tra gli arredi classici degli uffici, ve n’è uno in particolare che può essere usato come elemento protettivo da collocare alle spalle della postazione lavoro.

2. La libreria

Oltre a essere una componente d’arredo d’effetto e ad avere spesso la funzione di scaffale porta raccoglitori e archivi vari, la libreria può assolvere a due funzioni fondamentali nel feng shui.

Una libreria alta e ben organizzata assolve egregiamente l’importante compito di proteggere il lato più vulnerabile delle persone occupate al tavolo da lavoro, con il vantaggio di agire al livello inconscio sulla loro serenità e migliorare il loro rendimento.

La libreria è inoltre attribuita all’elemento legno perché il suo contenuto, libri, documenti, manuali, è di carta che, come sappiamo, è un prodotto derivato dalla lavorazione degli alberi. La libreria è un mobile utile per evocare la potente energia espandente del legno a tutto tondo: ricordiamoci che il suo massimo potenziale è espresso nella zona est dell’ufficio.

Il feng shui in ufficio prevede l’utilizzo di uno strumento per interpretare tutti gli stili d’arredo e che serve per creare ambienti favorevoli al raggiungimento dei propri obiettivi: il ciclo di trasformazione dei cinque elementi. Acqua, legno, fuoco, terra e metallo, esprimono qualità energetiche specifiche sui quali si basano tutti gli interventi di feng shui, e sono rappresentati da forme, colori e materiali differenti.

Scopriremo più avanti come possiamo impiegare i cinque elementi per facilitare il lavoro d’ufficio, ridurre l’ansia da prestazione e divertirci a fare quello che amiamo, lasciandoci guidare dall’ispirazione e godendoci i frutti della concentrazione.

Vuoi farti promuovere ne Le ROSA?

Contattaci

3. I colori e le pareti

I colori e le pareti possono essere trattati secondo la teoria feng shui dei cinque elementi. I colori hanno un ruolo fondamentale nella comunicazione e, secondo la psicologia ambientale, influenzano l’umore. Il colore è anche uno degli strumenti di lavoro principali del feng shui.

Ogni elemento copre un’ampia gamma di cromie. Per avere un buon feng shui in ufficio, si parte dal colore del brand – se è stato scelto, ci sarà un perché – per costruire una palette colori mirata alla realizzazione della mission e al raggiungimento del benessere. Ecco le varie tipologie di colori.

  • Acqua: comprendono il nero e il blu scuro. Non sempre adatti per tinteggiare le pareti degli ambienti ufficio, li utilizziamo per alcuni mobili e complementi d’arredo. Nero e blu scuro inducono  a cercare la propria strada e a realizzarsi in ciò per cui si è nati. Questi colori stimolano l’introspezione e il perseguimento della propria missione professionale. Il Nord è la zona ideale per concentrarne la forza.
  • Legno: racchiudono la gamma dei verdi e, come per gli altri suggerimenti forniti per questo elemento, danno il massimo quando sono collocati a est e a sud-est. Buona cosa è tinteggiare di verde una parete che si affaccia in queste direzioni per crescere a livello professionale.
  • Fuoco: il feng shui per l’ufficio li ritiene particolarmente indicati per raggiungere fama e successo. Vanno dal rosa al viola, comprendono i toni di rosso e le sfumature arancioni. Per potenziarne al massimo il beneficio, sarà opportuno tinteggiare le pareti che volgono a sud.
  • Terra: costituiscono un’ampia gamma che include toni neutri come l’avorio, i colori sabbia, corda e alcune cromie più intense, come il giallo e il marrone. Li troviamo spesso negli uffici feng shui perché donano stabilità e impressionano per la solidità che comunicano, caratteristiche evocabili quando tinteggiamo le pareti rivolte verso nord-est e sud-ovest.
  • Metallo: negli ambienti ufficio sono tra i più frequenti. La palette che parte dal bianco e termina nel grigio scuro, passando attraverso le decine di tonalità possibili, è stata ampiamente utilizzata per dipingere e arredare gran parte degli uffici di ultima generazione. Sono i cosiddetti toni neutri che lasciano ampio spazio alla personalizzazione cromatica attraverso l’uso di suppellettili ed elementi decorativi. Il bianco e il grigio sono sinonimo di leadership e autorevolezza e ricorrono nell’ufficio feng shui per sviluppare queste attitudini.

4. Gli oggetti e la loro posizione

L’ufficio feng shui tiene sempre in considerazione gli oggetti e la loro posizione. In questo paragrafo ti spiego quali scegliere e come posizionarli per stimolare attitudini specifiche:

  • sentirsi illuminati;
  • trovare ispirazione;
  • sentirsi stabili;
  • aumentare gli introiti.

L’effetto di una candela accesa è sempre illuminante. La stessa luce calda, rilassante può essere replicata da una lampada di sale appoggiata al tavolo da lavoro. Sostituita da un diffusore di oli essenziali,  coinvolge un altro senso importante, l’olfatto. L’olio essenziale di mandarino mantiene alto l’umore, per esempio. Per coloro i quali non amano le candele né le lampade di sale, il consiglio è di giocare con una lampada da tavolo di design, che illumini i momenti bui delle loro giornate lavorative.

 “Mettere a fuoco” non è un modo di dire casuale. Stimoliamo la vista con un’ inspirational mood board di fronte alla scrivania. Raccogliere le immagini che sono fonte d’ispirazione, servirà a proiettarsi nel futuro professionale, e, raggiungerlo. A chi lavora al computer e, suo malgrado, si trova a guardare un muro, consiglio di organizzarsi con l’alternanza nel desktop di alcune immagini e frasi ispiranti.

Il feng shui in ufficio prevede di richiamare il potere dell’elemento della terra per donare stabilità, protezione e solidità a chi lavora a spalle scoperte. Fermacarte, porta penne e documenti di forma quadrata o cubica, magari di pietra, marmo o terracotta, sono perfetti. Le persone che amano i cristalli e le pietre dure, invece, possono appoggiare sulla scrivania dei piccoli geodi del loro cristallo preferito. In alternativa, i solidi di pietra – l’occhio di tigre e la pietra paesina sono indicati specialmente a scopo protettivo – li equivalgono. Scegliendo la piramide, potranno unire insieme la forza del fuoco rappresentata dal triangolo, all’energia della terra, evocata dal materiale.

La fontanella feng shui è importantissima. Mi riferisco a quelle che funzionano con una piccola pompa a ciclo chiuso e che periodicamente devono essere rabboccate. L’elemento dell’acqua è collegato con il denaro e la fontanella è sempre consigliata quale incentivo per il flusso finanziario in entrata. Tutti i titolari d’azienda dovrebbero prevederne una nell’ingresso dello stabile aziendale e preoccuparsi di collocarne un’altra nei pressi della porta del loro ufficio. L’area a nord della stanza, è l’alternativa migliore qualora non fosse possibile mettere la fontanella vicino alla porta. Sarà perfetta se di forma circolare o sinuosa; da scartare, invece, gli oggetti spigolosi e squadrati.

Finora abbiamo capito come il feng shui in ufficio può essere applicato attraverso l’impiego di alcuni dei cinque elementi. La cosa interessante è che ci sono molti modi per attivare energie specifiche. Se pensiamo ad esempio alla sezione marketing, non possiamo tralasciare l’elemento legno.

5. Le piante

Le piante appartengono all’elemento legno e, quali patrimoni naturali, sono potenzialmente destinate a espandersi e a ingrandirsi all’infinito. Oltre a valorizzare un ambiente da un punto di vista estetico, le piante sono utili in ufficio per stimolare il flusso di un’energia di tipo espansivo ed evolutivo. Chi pensa di avere il pollice nero non abbia timore: le piante finte  – se ne trovano tantissime e bellissime – sviluppano un potenziale energetico identico a quelle vere. Il maggior valore delle piante vive, non risiede infatti nella capacità di favorire l’espansione, quanto nella proprietà di riduzione dell’inquinamento indoor, peculiarità di alcune specie di piante vere da interno, quali la Lingua di Suocera, il Ficus Benjamina, l’Aloe Vera e la Tillanzia.

Quali onorevoli rappresentanti dell’elemento del legno, indubbiamente riconducibile alla forza esplosiva della primavera e all’energia attivante dell’alba, per fare crescere loro, e noi, in modo rigoglioso, le piante devono essere poste nel settore est degli ambienti lavorativi. Solo così sprigioneranno il massimo potere e influiranno positivamente sul processo di espansione dell’azienda.

Ora hai capito quante possibilità offra il feng shui in ufficio dove, oltre a stare bene davvero, si possono usare i mobili, le luci, le piante, i colori, le forme e i materiali per stimolare precise qualità energetiche e capacità professionali. Se l’argomento ti ha incuriosito e vuoi approfondirlo, contattami. Sarà un piacere aiutarti a studiare la formula giusta per il feng shui del tuo ufficio.

Vuoi scrivere all’esperta di questo blog?

Contattaci

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Michela Martini

Michela Martini

Sono un’architetta feng shui. Progettare gli spazi dell’anima è la mia missione, vederli abitati da persone felici, la mia realizzazione. Il mio metodo di lavoro, Spazi Fluidi, unisce l’antica saggezza orientale con lo stile dell’abitare italiano.

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori


E per conoscere la Founder del progetto LeROSA, Giulia Bezzi, esperta SEO e Content Marketing, scegli i libri nei quali sono presenti i suoi contributi:

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora