Allenamento in spiaggia

L’allenamento in spiaggia è un buon modo per mantenersi in forma e attivi durante le vacanze.

È stimolante e perfetto per tutti. In base alle necessità e alle tipologie di workout che si vuole fare, aiuta a stimolare corpo e mente e crea subito una sensazione di benessere interiore.

Da molto tempo esistono sessioni di workout singoli o di gruppo fatti interamente sul bagnasciuga, c’è chi preferisce la classica corsa o camminata, c’è chi sceglie dei corsi come yoga, GAG, pilates o zumba, addirittura la nuova frontiera dell’allenamento in spiaggia è essere seguiti da trainer qualificati che creano un allenamento su misura per mantenere una buona prestazione fisica anche nel periodo estivo senza andare in palestra.

Molte persone trovano mille scuse per non allenarsi durante il periodo estivo, ma se si ha passione e costanza anche una semplice sessione da 35- 40 minuti può svoltare la giornata.

È scientificamente dimostrato che allenarsi all’aperto migliora l’umore, crea endorfine, grazie al sole stimoliamo la vitamina D importante per il nostro organismo, respiri aria pura e ti senti subito rigenerat*

Ovviamente ci sono degli step da seguire per non partire in quarta senza nessuna accortezza, rischiando di non combinare niente o addirittura farsi male.

Come allenarsi al mare

Come allenarsi al mare? Ovviamente bisogna scegliere degli orari ben precisi come la mattina presto o verso il tramonto per evitare botte di calore o malesseri.

Allenarsi sulla spiaggia crea un effetto ancora più stimolante sulla muscolatura, perchè la sabbia crea maggior intensità al movimento.

L’abbigliamento deve essere più semplice e leggero possibile: potete usare indumenti dal tessuto tecnico o semplice cotone, l’importante è rimanere comodi. 

Ovviamente se si prediligono attività come corsa e camminata in base alle vostre necessità e condizioni fisiche bisogna scegliere la tipologia di scarpe da running ideali, oppure se si sceglie di fare allenamenti improntati sul riscaldamento muscolare, streching, corpo libero si può rimanere a piedi scalzi.

Molto importante l’idratazione: bere molti liquidi  a piccoli sorsi per non disidratarsi.

Esercizi per il risveglio muscolare in spiaggia

Esercizi per il risveglio muscolare in spiaggia sono in voga da anni e anni, anzi direi che in ogni villaggio turistico che si rispetti l’animazione lo propone nel programma settimanale.

Il riscaldamento è fondamentale per iniziare un’attività fisica, ecco alcuni esercizi.

inizia facendo dei respiri profondi. Inspira alzando le mani portandole in alto ed espira facendole scendere.

Good Morning: un esercizio ideale per strecciare tutto il corpo. Partendo dalla posizione eretta,scendete in avanti con il busto sbloccando leggermente le ginocchia che si piegheranno per darvi la postura corretta. Il sedere andrà all’indietro e l’anca si flette di conseguenza.

Testa tra i piedi: a gambe divaricate scendete con il busto dritto come se foste un asse e lasciate penzolare la testa, afferrate gli alluci e allungate la colonna vertebrale.

Triangle pose: a gambe divaricate scendete con il busto lateralmente (verso destra) scivolando con la mano dx verso la gamba. Portate il braccio sinistro verso l’alto insieme al vostro sguardo e effettuare un ciclo respiratorio. Ripetere dal lato opposto.

Oltre allo stretching, corsa e camminate varie vi lascio anche un mini circuito esplosivo  da fare in spiaggia.

Gambe: jump squat esplosivo. Scendete in squat, ginocchia in fuori,schiena in asse e sedere che scende verso il basso, per poi risalire in un balzo esplosivo.

Addominali: un esercizio perfetto può essere il plank con tutte le sue varianti, mi raccomando però la posizione; schiena dritta e parallela al pavimento, gambe tese e core contratto.

Braccia: piegamenti e triceps dips sono perfetti. Per i piegamenti scegliete voi il livello di difficoltà da eseguire se con le ginocchia a terra,gambe tese,lavorando solo la fase negativa. I triceps dips in vece si possono fare appoggiandosi ad una muretta o alla vostra sdraio. Appoggiate entrambe le mani sul muretto dietro di voi, gambe estese o leggermente piegate, flettere le braccia e create un angolo a 90° con i gomiti scendendo con il sedere verso il basso.  Spingere verso l’alto e ritornare alla posizione iniziale.

Lo sport è un cerchio che racchiude noi stesse
Cinque autrice, quattro sportive, animo frizzante de Le ROSA, ti regalano i loro racconti per incoraggiarti, invogliarti e svelarti aspetti dello sport a cui non hai mai pensato

Allenamento in mare

Per chi invece vuole provare l’allenamento in mare ecco alcuni esercizi per stimolare la muscolatura in acqua e rimanere freschi.

L’acqua di mare è un toccasana: si attiva per osmosi ed è antibatterica, drena i liquidi, facilita il ritorno venoso, migliora l’aspetto estetico della pelle.

Gambe: perfette sono le alzate laterali e frontali, affondi e squat, 

Correre in acqua ha un suo vantaggio: l’acqua opporrà resistenza al movimento e ci sarà uno sforzo maggiore.  Provate a fare brevi sessioni di corsa di pochi metri, fermatevi per riposarvi per un minuto e continuare con le ripetute. 

Anche la cintura addominale può trarne benefici: alzando le ginocchia al petto e rimanendo a galla effettuate dei movimenti laterali spostando da destra verso sinistra le gambe contraendo i fasci addominali.

Perle braccia oltre a delle belle nuotate si possono ricreare il movimento ciclico da fermi alzando e abbassando gli arti come una pala contrastando la forza dell’acqua.

Insomma ce n’è per tutti i gusti! Quindi se volete continuare le vostre attività sportive in vacanza basta solo la buona volontà.  Buona estate e buon workout!

0 Condivisioni