LIA libri italiani accessibili

Libri accessibili italiani: fondazione LIA cos’è e cosa significa

LIA è un acronimo che sta per libri italiani accessibili e contraddistingue i libri cartacei e digitali realizzati specificamente per non-vedenti, ipovedenti e, in generale, per tutti coloro che sono portatori di disabilità visive. 

Non si tratta di libri ed ebook disponibili in Braille (il sistema di lettura a rilievo che permette di leggere tramite il tatto) o con caratteri molto grandi o in cui sia stata implementata la funzionalità di sintesi vocale per la lettura ad alta voce del testo.

Si tratta, invece, di libri e ebook nati pensando agli utilizzatori finali e realizzati coinvolgendoli direttamente. 

Vuoi farti promuovere ne LeROSA?

Contattaci

Cos’è la Fondazione LIA?

Nel 2011 il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo stanziò un importante finanziamento a favore dell’editoria per ipovedenti e non vedenti. 

La Fondazione LIA, in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – UICI e l’Associazione Italiana Editori – AIE, utilizzò i fondi per realizzare un servizio che desse ai portatori di disabilità visive la possibilità di leggere gli stessi titoli di narrativa e saggistica nello stesso momento di tutti gli altri lettori.

Realizzare un progetto così ambizioso significava operare una rivoluzione copernicana nel settore di riferimento: non si trattava di incoraggiare gli editori a fare le stesse cose in tempo minore o realizzando economie di scala. Significava, piuttosto, mettere al centro le esigenze di un target specifico realizzando un prodotto nuovo.

Il primo passo fu costituire la rete dei diversi attori chiamati in scena: editori, associazioni di non vedenti e ipovedenti, sviluppatori di software e, certamente, utilizzatori finali.

In seguito si convinsero gli editori a realizzare un’unica versione di libri e ebook accessibili da distribuire a tutti contemporaneamente: a chi non vede, a chi vede pochissimo ma anche a chi non ha queste difficoltà e vuole semplicemente godersi una modalità di lettura più semplice e meno faticosa.

Nel 2013 la Fondazione LIA ha pubblicato online il catalogo dei libri italiani accessibili, un sito che mette a disposizione tutti gli ebook accessibili finora editi e che ha ricevuto numerosi premi internazionali per aver saputo mettere la tecnologia al servizio dell’inclusione.

Cosa sono i Libri Italiani Accessibili?

Per ottenere la certificazione LIA i libri e gli ebook devono garantire una lettura totalmente accessibile, senza ostacoli alla comprensione del testo nella sua interezza. 

I libri rispondono a criteri di alta leggibilità quando adottano:

  • capitoli brevi e caratteri spaziati;
  • righe di lunghezza irregolare; 
  • font studiati appositamente per chi ha problemi di dislessia
  • accortezze sintattiche e lessicali;
  • carta color crema che stanca meno la vista;
  • CD audio che accompagnano la lettura.

Gli ebook sono accessibili, invece, se presentano le seguenti caratteristiche:

  • permettono l’ingrandimento dei caratteri del testo; 
  • consentono la modifica dei colori e dei contrasti per il testo e lo sfondo;
  • contengono un indice e l’accesso ai capitoli tramite un link; 
  • identificano i titoli in modo chiaro e univoco per favorire la navigazione;
  • permettono alla sintesi vocale di rispettare le regole di pronuncia e sillabazione della lingua del testo.

In entrambi i casi, il contenuto deve seguire un ordine di lettura logico e corretto. Immagini, grafici, tabelle devono presentare una descrizione alternativa. Le note a piè di pagina, se presenti, devono essere linkate a siti esterni.

Dove trovare gli e-book accessibili

Molti editori hanno a catalogo intere collane di libri LIA. 

I più importanti editori del settore libri per ragazzi, ad esempio, hanno fatto tantissimo in questi anni per venire incontro alle esigenze dei piccoli lettori con disabilità visive o affetti da dislessia. 

In libreria si trovano sempre più libri certificati LIA e il vostro libraio di fiducia saprà certamente consigliarvi. Se invece preferite prendere in prestito un libro LIA potete recarvi nella vostra biblioteca preferita e chiedere al bibliotecario di aiutarvi nella scelta. 

Se preferite gli e-book ai libri stampati, LIA ha creato un catalogo online navigabile in autonomia dai portatori di disabilità visive. Il catalogo contiene ormai circa 20.000 ebook accessibili. Potete sfogliarlo, scegliere gli ebook che vi interessano e fare i vostri acquisti direttamente dal pc o da qualsiasi device.

L’acquisto di e-book LIA può essere effettuato anche sui siti delle case editrici che hanno aderito al progetto, come ad esempio Feltrinelli, Garzanti, Rizzoli, Mondadori solo per citarne alcuni.

C’è infine anche MediaLibraryOnLine – MLOL, la piattaforma di digital landing delle biblioteche italiane, che ha aderito al progetto e mette a disposizione 9.000 e-book certificati come accessibili. Utilizzando il filtro di ricerca LIA potete navigare gli articoli presenti nel catalogo e prenderli in prestito gratuitamente. Scaricherete gli e-book sul vostro device e saranno a vostra disposizione per 14 giorni, dopo di che il file si autodistruggerà e sarà messo a disposizione di un altro utente.

Vuoi scrivere all’espert* di questo articolo?

Contattami

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Francesca Fughelli

Francesca Fughelli

Sono una bookblogger, con la passione per il web e i social network. Per anni mi sono occupata della Sala Ragazzi di una biblioteca pubblica e contemporaneamente ho realizzato siti web per biblioteche, musei e istituzioni culturali. Da quell'esperienza è nato il mio blog di libri per bambini e ragazzi "Libringioco". Attualmente sono responsabile della comunicazione online della Biblioteca Universitaria di Bologna, dell'Archivio storico Unibo e del Centro Internazionale di Studi "Umberto Eco".

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori


E per conoscere la Founder del progetto LeROSA, Giulia Bezzi, esperta SEO e Content Marketing, scegli i libri nei quali sono presenti i suoi contributi:

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora