pedicure-fai-da-te

Pedicure fai da te: come farla perfetta a casa

Pedicure fai da te, un modo per prendersi cura di sé e rilassarsi!
La cura dei piedi è uno dei passaggi ineliminabili in estate, perché tra sandali aperti e giornate trascorse al mare o in piscina, i piedi diventano protagonisti.

Il trucco per avere piedi belli durante i mesi più caldi è quello di dedicarsi alla loro cura durante tutto l’anno, con regolarità.
Forse non ci pensi, ma i nostri piedi sono sottoposti a numerose fonti di stress anche in inverno. Costretti in scarpe chiuse e poco traspiranti, stretti in tacchi vertiginosi, dal loro benessere dipende quello della tua postura.
Perché non c’è niente di più insopportabile di un’unghia incarnita o di un callo fastidioso.

pedicure-fai-da-te

Curare la loro bellezza, ma soprattutto la loro salute con la pedicure è meno difficile di quel che puoi pensare. E se alcune volte è bello andare dall’estetista e farsi coccolare, oggi ti spiegherò come puoi ottenere un risultato perfetto a casa, in pochi, semplici passaggi.

Andando avanti nella lettura di questo post scopriremo insieme:

  • quali attrezzi e accessori avere sempre a portata di mano per la pedicure fai da te;
  • quali sono i diversi passaggi da eseguire;
  • quando può rendersi necessaria la pedicure curativa e a chi affidarsi in tal caso.

Pedicure fai da te, quali attrezzi utilizzare

Gli attrezzi giusti fanno la differenza!
Per una perfetta pedicure è necessario avere a disposizione alcuni importanti strumenti del mestiere.
Sul mercato si trova un’ampia scelta di attrezzi accessori più o meno professionali, ma in ogni caso gli indispensabili sono:

  • Una bacinella per il pediluvio.
    Come vedremo più avanti, il pediluvio è una delle fasi fondamentali della pedicure. Per concedersi questo momento di relax, ti basterà una semplice bacinella di dimensioni adeguate ad ospitare senza costrizioni i piedi.
    Vuoi un prodotto più professionale? Con una spesa ragionevole puoi acquistare una bacinella elettrica con funzioni specifiche, come ad esempio l’idromassaggio. Oltre a rendere l’esperienza piacevole, i flussi d’acqua aiuteranno la riattivazione della circolazione nella pianta del piede con grandi benefici per tutto il corpo.
  • Tronchesino tagliaunghie.
    Per tagliare le unghie dei piedi, meglio scegliere un tronchesino in acciaio inox. Il suo taglio netto e preciso ti consentirà di avere sempre unghie perfette, senza il rischio di avere parti incarnite agli angoli.
  • Pietra pomice o altro strumento per lo scrub del piede.
    Il piede si adatta alla condizione in cui si trova. In estate, dato che per molto tempo è scalzo, si ingrossa e può presentare zone ruvide. Soprattutto nel tallone e sotto la pianta.
    La pietra pomice è l’ideale per rimuovere la pelle morta e ritrovare morbidezza.
    Quale scegliere? Dipende dal risultato che vuoi ottenere e dalla tua pelle.
    Il classico blocco ruvido è perfetto se hai la pelle molto secca e vuoi riservare ai tuoi piedi un trattamento urto.
    Un risultato simile lo puoi ottenere anche con i rulli meccanici, che funzionano a batteria e che si dimostrano particolarmente efficaci se usati con continuità.
    Se invece preferisci un prodotto più veloce da usare, ti suggerisco di optare per una semplice crema scrub cosmetica.
  • Forbicine per cuticole.
    Essenziale per rimuovere l’eccesso di pelle alla base dell’unghia.
  • Lime per unghie.
    Non solo quella per dare forma e regolarità al taglio, ma anche quelle adatte a uniformare e lucidare la superficie dell’unghia.
  • Crema idratante per piedi.
    Le creme per i piedi si distinguono per le formulazioni di più facile assorbimento, adatte a non creare disagio una volta indossate le scarpe. Interessanti quelle con azione anti odore, specifiche per i periodi di gran caldo o se si soffre di sudorazione eccessiva del piede.

Conserva tutti i tuoi attrezzi in un apposito contenitore, meglio se areato, e ricordati di pulirli accuratamente dopo l’uso. Preferisci lozioni alcoliche, adatte ad eliminare i batteri, e guai a prestarli!
Quando si parla di manicure e pedicure, gli attrezzi del mestiere non vanno mai condivisi per ragioni igieniche.

pedicure-fai-da-te

Vuoi farti promuovere ne LeRosa?

Contattaci

I diversi passaggi da eseguire

Per iniziare la pedicure fai da te, la prima cosa da fare è quella di rimuovere lo smalto.
Pulire bene le unghie con un buon solvente e rimuovere ogni traccia di smalto è un’operazione indispensabile sia per preparare l’unghia alle successive fasi della pedicure, sia per evitare che con il tempo l’unghia diventi gialla a causa dei pigmenti colorati.

Successivamente via libera al relax con il pediluvio.
Questo momento è un vero toccasana per mente e corpo.
Il pediluvio è a base di acqua calda, alla quale puoi unire diversi ingredienti in base alle tue necessità:

  • Con dei sali o del bicarbonato puoi andare a purificare e ad alleviare i problemi di gonfiore localizzato su piede e caviglia;
  • Con gli oli essenziali puoi risolvere problematiche specifiche e vivere un piacevole momento di aromaterapia.

Tieni i piedi a bagno per circa 10 minuti, in modo da ammorbidire le parti più ruvide ed eliminarle con maggiore facilità.
Ti sarà inoltre più facile tagliare le unghie e togliere le cuticole.

Una volta che avrai ammorbidito la pelle dei piedi, preparati per il passaggio esfoliante con la pietra pomice o lo scrub per i piedi.
Passa delicatamente il blocco di pietra pomice (o il rullo, in caso tu preferisca uno strumento elettrico) sulle zone più critiche, come i talloni, la pianta e i profili esterni.
Se vuoi un prodotto pratico da usare ovunque, ti consiglio di provare gli scrub per i piedi. Hanno formulazioni specifiche che assicurano freschezza e morbidezza.
Dopo aver esfoliato, metti di nuovo i piedi nell’acqua del pediluvio e lavali accuratamente.
Il risultato? piedi lisci e morbidi come quelli di un bambino!

A questo punto puoi dedicarti a tagliare unghie e cuticole.
Utilizza il tronchesino per le unghie e ricordati di tagliare sempre in orizzontale, in modo netto.
Con l’apposito attrezzo elimina tutte le cuticole. Per un risultato migliore, ammorbidiscile ulteriormente con un olio specifico. Una volta eliminate, rifinisci i profili dell’unghia con un bastoncino per cuticole spingendo delicatamente verso l’interno eventuali pellicine residue.
Lima il bordo dell’unghia per uniformarlo e la superficie per togliere eventuali parti irregolari.
Completa questa operazione lucidando le unghie.

Prima di procedere con l’applicazione dello smalto, ricordati di idratare piedi e unghie.
Usa una crema leggera e concediti un massaggio completo di pianta, collo del piede e dita.
Quella del massaggio è un’abitudine che andrebbe conservata sempre, perché stimola la circolazione e apporta numerosi benefici a tutto il corpo.

Ok, ci siamo, è finalmente arrivato il momento dello smalto!
Rosso, che è sempre un classico, in toni pastello, che chiamano l’estate, nude, elegante e raffinato: l’unico limite sono i tuoi gusti!
Prima di applicare il colore prepara l’unghia con una base trasparente, in modo da proteggerla dai pigmenti del colore.
Ti consiglio di mettere lo smalto in un momento in cui sei sicura di poter restare scalza per un po’. In questo modo si asciugherà perfettamente e non rischierà di rovinarsi a contatto con calze o scarpe.
Il trucco in più per un’applicazione perfetta? Distanzia le dita con gli appositi distanziatori in gomma o con del cotone: non puoi sbagliare!

Pedicure estetica e pedicure curativa, le differenze

Quelli descritti fino ad ora sono i diversi passaggi della pedicure estetica, che come abbiamo visto mira esclusivamente a migliorare l’aspetto del piede.
Nel caso in cui si soffra di patologie legate al piede o alle unghie, però, può venire in soccorso la pedicure curativa.
I nostri piedi sono sottoposti a continui stress, dovuti soprattutto all’utilizzo di calzature non adeguate.
Un’eccessiva sudorazione o scarpe troppo strette possono portare all’insorgere di calli, duroni o unghie incarnite.
Anche tagliare le unghie arrotondandole, invece che in modo netto, può comportare una ricrescita sottocutanea molto dolorosa.

Per prevenire questi problemi e curare non soltanto la bellezza, ma anche la salute dei tuoi piedi, puoi scegliere di concederti di tanto in tanto una sessione di pedicure curativa.
Ti sconsiglio vivamente di avventurarti da sola in questa pratica, preferendo sempre l’intervento di un’estetista o di un podologo.
Inoltre, è bene sapere che in caso di patologie, come per esempio funghi o verruche, l’estetista dovrà necessariamente indirizzarti alle cure di un medico dermatologo o di un podologo.

Rispetto alla pedicure estetica, quella curativa prevede una più mirata attenzione alla salute delle unghie e alla condizione di calli e duroni.
In caso di particolari situazioni patologiche, come ad esempio calli molto profondi o unghie incarnite, il medico o il podologo potranno utilizzare strumenti più invasivi di quelli utilizzati nei centri estetici.
Inoltre, nel caso di patologie dermatologiche o funghi, potranno prescrivere prodotti medicinali specifici idonei a risolvere il problema.

Se ti stai domandando quale tipo di pedicure scegliere tra estetica e curativa, il mio consiglio è quello di non rinunciare ad entrambe queste possibilità.
Mai come nel caso dei piedi è vero il vecchio detto “prevenire è meglio che curare”!
Abbi cura della salute delle tue estremità, la bellezza verrà da sé.

Vuoi scrivere all’espert* di questo articolo?

Contattaci

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Carlotta Stacchini

Carlotta Stacchini

Nel 2010 ho aperto il mio blog estetarisponde , che nel corso degli anni è diventato il mio salotto virtuale da cui dispensare consigli di bellezza. Oggi posso dire con orgoglio che il mio blog è un progetto lavorativo appassionante, che ogni giorno mi dà stimoli nuovi e che mi permette di esplorare le incredibili opportunità del web. Sono un’italiana innamorata della sua terra e del suo stile di vita.

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori


E per conoscere la Founder del progetto LeROSA, Giulia Bezzi, esperta SEO e Content Marketing, scegli i libri nei quali sono presenti i suoi contributi:

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora