Clima: glossario ambiente

È il momento di un nuovo episodio del nostro Glossario Ambiente, ovvero la rubrica che spiega nel modo più semplice possibile il significato delle parole più usate quando si parla di ecologia, ambiente e dintorni.
La parola di oggi è clima.

Le parole che usiamo sono straordinariamente importanti:

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.

(Emily Dickinson)

Conoscere le parole giuste significa essere in grado di capire meglio i fenomeni che descrivono, e ovviamente rende possibile parlarne in modo costruttivo e stimolante. E rende anche più semplice passare all’azione, cosa molto utile e urgente quando si tratta di sostenibilità e tematiche ambientali.

[OK, ora immaginate che qui parta la sigla di Quark…]

Photo by Jason Blackeye on Unsplash

Clima

Nel contesto delle scienze ambientali, il termine “clima” (che deriva dal greco klima ovvero “inclinazione”, in riferimento all’inclinazione di una regione della sfera terrestre rispetto a equatore e poli)  è la descrizione statistica di come cambiano come la temperatura, le precipitazioni, l’umidità, l’intensità e la direzione del vento, e molte altre variabili, in un arco di tempo lungo, che va da alcuni mesi a migliaia o milioni di anni.

Offerta
Clima come evitare un disastro. Le soluzione di oggi. Le sfide di domani
Ti consiglio questo libro scritto da Bill Gates con la consulenza di fisici, chimici, biologi, ingegneri, esperti di science politiche e finanza. Il testo affronta con un linguaggio chiaro e semplice il problema del cambiamento climatico e le sue possibili soluzioni.

Secondo la definizione dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMOWorld Meteorological Organization), un periodo classico per calcolare la statistica di queste variabili è trent’anni.

Quando invece misuriamo i valori istantanei (o in tempi molto brevi) di queste stesse variabili meteorologiche in una determinata località, non ne stiamo descrivendo il clima ma il tempo meteorologico (quello delle previsioni, per intenderci).

In altre parole: il clima si misura e descrive nel lungo o lunghissimo periodo, il tempo meteorologico si misura e si descrive nel breve o medio periodo.

[E qui riparte la musichetta di sottofondo, tipo sigla di Quark, solo che è la sigla finale]

Se ti interessa la questione leggi il nostro articolo “Cambiamenti climatici: cosa sono?“.

A presto con la prossima parola!

0 Condivisioni