Come decorare la camera da letto?

È arrivato il momento di raccontarti come decorare la camera da letto in modo unico e personale, tanto è intima questa stanza.

La camera da letto è uno spazio tuo, nel quale sai di poter trovare ristoro e relax. Un ambiente dove difficilmente entrano altre persone se non quando vengono a trovarti per la prima volta nella casa nuova.

Inoltre, se la camera da letto matrimoniale diventerà il nido d’amore di una coppia, il bello sarà unire due mondi tanto simili quanto diversi e trovare l’amorevole compromesso per decorare la stanza in modo equo.

In questo articolo leggerai i miei consigli su come decorare la camera da letto in base ai miei gusti ed esperienze personali. Saranno ovviamente da adattare a te o alle persone che faranno di questa stanza una parte importante della propria casa.

Decorare le pareti in camera da letto

A mio parere, decorare la camera da letto, ed in particolare le sue pareti, è fondamentale. Questo per renderla unica e di impatto e per conquistarti ogni volta che ci entri. Innanzi tutto io consiglierei di dare colore almeno ad una delle pareti della stanza, che solitamente è quella dove appoggiamo la testiera del letto.

Questa parete, tinta di bianco o messa in evidenza con il colore che più ti appartiene (personalmente ho scelto un grigio – argentato), è adatta per essere ulteriormente decorata in vari modi. Ad esempio appendendo dei tessuti come:

  • un bell’arazzo, tessuto intrecciato e decorato a mano con rappresentazioni storiche;
  • un tappeto, adattato e creato appositamente per stare in verticale;
  • delle tende che scendono costeggiando la testiera del letto per dare un effetto a baldacchino.

Oppure appendendo delle decorazioni di vario tipo:

  • uno o più dipinti messi in ordine sparso o assolutamente metodico e lineare;
  • delle cornici che abbiano come soggetto foto tue o della tua famiglia;
  • oggetti e decorazioni stilizzati e particolari da far scendere paralleli alla parete ma appesi al soffitto.

Ti immagini di decorare la camera da letto con delle sfere che fluttuano sopra la tua testa per dirti che sei parte dell’universo? Credo che questo sarà uno dei miei prossimi progetti nella mia.

Hai trovato invece la tua giusta ispirazione? Anche una parete affrescata con un bel murales può fare al caso tuo. Ma, ora, andiamo a scoprire come continuare a decorare la camera da letto soffermandoci sull’arredamento e le sue sfumature.

Ricorda che, verso questa parete, ci dormi rivolto con la testa. Durante la notte, il cervello e l’anima si fanno avvolgere da quello che sta loro intorno. Quindi ciò che scegli di appendere alla parete in camera da letto, dovrà essere in sintonia con il tuo essere e trapelare messaggi di bellezza e amore.

Mobili: come decorarli?

I mobili che scegli per decorare la camera da letto rappresentano te e la personalità che vuoi dare alla tua stanza. Sappiamo tutti da che tipo di arredamento solitamente è composta una camera, quindi, con i miei consigli, voglio semplicemente darti un modo alternativo per viverla.

Scegli quella che definisco la versione camera componibile; non per forza i mobili della tua camera devono essere della stessa serie:

  1. un comodino diverso dall’altro (oppure delle piccole mensole come sostitute);
  2. un grande mobile antico della nonna (così com’è, di un colore differente dal resto o rigorosamente modificato e modernizzato);
  1. una cabina armadio a vista direttamente in camera;
  2. stili mescolati e ben assortiti, magari con tinte di legno o materiali differenti;
  3. una mini libreria sopra il comò o direttamente su una parete libera, aggiungendo piccoli scaffali che faranno da nicchia ai tuoi libri ed ai tuoi oggetti; se ami la televisione in camera, fanne un quadro inserendola in una cornice vistosa;
  4. prediligi il letto contenitore se non hai tanto spazio nella stanza e scegli che tipo di mobili vuoi ci siano assolutamente;
  1. uno specchio: io non lo inserisco a vista nella camera perché ha un’anima a sé. Potrebbe essere un argomento da approfondire in un altro articolo (dimmi che ne pensi), ma intanto ti consiglio di non piazzarlo mai sulla parete ai piedi del letto né di fianco, e nemmeno in un posto dove riflette troppo la luce. Magari il perché lo sai anche tu!

Invece, quella che io chiamo la stagione del letto, è una modalità per decorare la camera da letto che ne cambia sì l’aspetto, ma facendola rimanere la stessa.

Puoi farlo cambiando l’abito alla tua stanza: lenzuola, cuscini, tendaggi e tappeti potrebbero variare seguendo le stagioni che si susseguono. In fin dei conti noi siamo i primi a tagliarci i capelli, aggiornare il guardaroba, e sentirci bene con certi colori piuttosto che altri in base ai periodi.

Per la tua camera è lo stesso. Sai da cosa lo puoi capire? Dalla luce diversa che entra dalla finestra giorno dopo giorno, dall’atmosfera che senti tu stessa di aver bisogno intorno a te in certi periodi dell’anno. Diamo valore alle energie dei colori e delle forme, al potere di accompagnarci in un sonno tranquillo o, viceversa, stimolare i nostri desideri intimi, magari con la dolce metà.

Allo stesso tempo ricorda che potresti decorare la camera da letto ed i suoi mobili dando un’impronta universale e duratura nel tempo, coordinando la tua biancheria da letto con gli oggetti. Ad esempio scegliendo tra i quattro grandi macro-elementi dei quali facciamo parte ― fuoco, acqua, aria, terra ― e decorare la camera da letto sottolineando l’elemento che più ti rappresenta.

3 idee per camere differenti

Come avrai visto, per decorare la camera da letto non serve poi molto e non servono neppure cose troppo innovative. Ma vediamo altre 3 idee per camere differenti a cui ispirarsi per la nostra tana notturna:

  • aggiungere piante e oggetti di arredo simbolici e significativi;
  • creare un angolo meditativo che nutra la nostra parte spirituale;
  • dedicare una zona all’angolo lettura/relax.

Vuoi farti conoscere attraverso il nostro blog?

Contattaci

Ho deciso di associare ad ognuna di queste idee uno stile diverso. È un po’ come giocare a carte e mescolare il mazzo: ovvio che sei tu poi a dover adattare l’idea nello stile che preferisci. Andiamo quindi a leggere come decorare la camera da letto in base agli stili più conosciuti.

Camera rustica

La camera rustica potrebbe avere un bel parquet scuro e striato da bellissime venature di legno, sopra il quale appoggiate due o tre ceste in vimini di varie altezze, dove tenere delle belle piante di Sansevieria, Ficus o Schlumbergera (ovvero la più conosciuta natalina).

Lo sai che queste sono alcune delle piante che non ci fanno male durante la notte?

Inoltre, sui balconi delle nostre finestre non è usuale vedere piante appoggiate, perciò io ci metterei delle Lanterne Guida artigianali, anche di grandi dimensioni che diano un po’ di calore. Alla sera, mentre sei sotto le coperte, il filo di lucette che si accende ad orario illuminando dal vetro da fuori a dentro.

In una camera rustica trovo perfetti quelli oggetti ormai dismessi ma che le nostre nonne o bisnonne usavano sicuramente, come il piedistallo che conteneva catino e brocca per lavarsi in tranquillità nella propria stanza. Una camera di questo genere potrebbe avere un bel appendiabiti fatto con una vecchia scala di legno levigata, i lampadari fatti anch’essi con delle vecchie brocche o vasi.

Qui, le copertine fatte con filo di cotone all’uncinetto, di vari colori sono perfette insieme a lenzuola con decorazioni vintage, che lasceranno pian piano spazio alle coperte pelose o di lana morbida per l’arrivo dell’autunno – inverno.                                                                           

Camera classica

In una camera classica, dove i colori dei mobili devono essere sì omogenei, un spazio sul comò padronale può essere progettato come angolo spirituale. Non so te, ma io ho ricordi delle camere di nonne, zie e mamme dove c’era sempre almeno una statuina, qualche santino o qualche altro oggetto di preghiera o meditazione.

Non importa quale sia l’oggetto simbolo della tua fede, ma fa che ci sia perché trovare dimora in sé stessi ed isolarsi anche per poco ma in un posto sacro (inteso come angolo dove hai scelto di ascoltare la tua voce) fa sicuramente bene.

Questo posto, contestualizzato nella camera da letto, puoi decorarlo con un fiore dolcemente appoggiato in un vaso, assolutamente con una candela vicino, magari in una lanternina (sai che io ci vado matta). Lascia anche lo spazio per piattini decorati dove mettere  magari della salvia bianca. Per esempio io tengo lì vicino alcuni regali a me cari che ho ricevuto.

Una camera classica inoltre ama il doppio cuscino sul letto, sceglie gli abatjour uguali (qui non si può cambiare) sui comodini. Ha il servomuto che per forza deve essere messo in evidenza (almeno per riscattarsi dal nome che ha).

Alle pareti vedrei bene dei quadri a tema camera da letto, per dare un’atmosfera intima e privata, adornata da tende lunghe che si accoccolano a terra creando un piacevole movimento ottico.

Camera moderna

Decorare una camera da letto moderna è stimolante perché è una stanza versatile e ha, tra le sue caratteristiche, quella di avere solo lo stretto necessario. Vorrei però distaccare per un attimo la parola minimal dalla parola moderno perché, come saprai, non per forza deve essere così!

Probabilmente hai una camera completamente chiara, oppure scura dal sapore esotico, magari orientale o assolutamente nordica. Qualsiasi sia la meravigliosa versione della tua stanza, lascia spazio per una seduta: una poltrona, un cuscinone o il davanzale della finestra dove riesci ad accomodarti con tranquillità.

Una pila di libri, che siano sul comodino vicino, su un tavolino o addirittura appoggiati a terra, tanto basta per avere un angolo lettura tuo. In camera non si studia, ma ci si prende cura di sé, mi raccomando. Accendi una candela profumata, oli essenziali o potpourri (fatto a casa magari) e la lettura sarà piacevolmente accompagnata.

In una camera moderna, i comodini e gli abatjour stanno benissimo personalizzati. Io per esempio ne ho uno alto con una luce bassa, ed uno basso con una luce alta.

I tappeti in camera solitamente sono un must, di moda vanno quelli a pelo lungo (sintetici, mi raccomando). Io invece propongo di non metterli, soprattutto se hai un pavimento di legno che dona caldo al tatto ed è un contatto diretto con qualcosa di naturale.

Volutamente ho scelto di darti brevi consigli per decorare la camera da letto, senza dover stravolgere l’ambiente. Se ti ho dato qualche input in più o semplicemente ti ho confermato scelte che hai già fatto, fammelo sapere!

Vuoi contattare l’espert* di questo articolo?

Contattaci

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Claudia Cloe Dall'Anese

Claudia Cloe Dall'Anese

Artista e creativa, appassionata di disegno, scrittura, lettura e di tutto quello che mi aiuta ad esprimere e concretizzare le idee che mi frullano in testa. Da libera professionista, creo oggetti personalizzati di arredo o di decoro, anche tramite il riciclo di materiali ai quali dare Nuova Vita.

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori


E per conoscere la Founder del progetto LeROSA, Giulia Bezzi, esperta SEO e Content Marketing, scegli i libri nei quali sono presenti i suoi contributi:

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora