in-vacanza-col-cane-ecco-5-mete-adatte

In vacanza col cane, ecco 5 mete adatte.

Estate, tempo di vacanze e voglia di relax. E nonostante questa estate sia un po’ strana e diversa da quelle degli anni scorsi, in tanti stanno organizzando la loro vacanza col cane.

Se anche tu sei tra queste persone, continua leggere perché vedremo insieme gli elementi più importanti da considerare quando si sceglie di andare in vacanza col cane.

La prima cosa da tenere in considerazione è che ogni cane ha le proprie caratteristiche ed esigenze. Diventa quindi importante pianificare giornate al mare, gite, escursioni o visite in città, tenendo conto delle sue necessità.

Mare, montagna, lago, città d’arte possono essere tutte mete adatte, purché l’organizzazione della vacanza col cane sia fatta nel rispetto di possibilità di movimento e necessità di riposo del tuo cane e contemporaneamente dei tuoi desideri di relax, passeggiate e cultura. È tutta questione di trovare il giusto equilibrio, per poter passare del piacevole tempo insieme.

Vediamo prima di tutto delle regole base, valide per qualunque meta tu scelga:

  • La maggior parte dei cani soffre il caldo e vanno protetti da colpi di sole e di calore. Non lasciare mai il tuo cane in macchina, neanche per pochi minuti.
  • Le ore più fresche della giornata sono mattina presto e sera. Privilegia questi due momenti per dedicarti a passeggiate, nuotate e giochi con il tuo cane.
  • Se vai a fare un’escursione che ti occuperà tutta la giornata, ricordati di portare una ciotola e sufficiente acqua per lui. L’idratazione è fondamentale anche per lui nella stagione calda. E prevedi una lunga sosta nelle ore più calde della giornata.
  • Oltre all’acqua, tieni sempre sotto mano i sacchetti per le deiezioni e la museruola, in alcune situazione potrebbe essere necessaria.
  • Scegli il tipo di escursione e la durata in base a razza, età e stato di salute del tuo cane. Se hai un cane giovane e in forma, potrai permetterti percorsi più lunghi e impegnativi. Se invece convivi con un cane anziano o con problemi o caratteristiche fisiche che lo portano a soffrire maggiormente il caldo, adegua le tue escursioni a brevi passeggiate a lui accessibili.
  • Prima di partire verifica che ci sia un veterinario reperibile nella zona dove trascorrerai le vacanze e memorizza indirizzo e numero di telefono nella rubrica del telefono.
  • Controlla di essere in regola con le vaccinazioni, antirabbica e certificato di buona salute del tuo cane. Potrebbero richiederteli nel luogo di soggiorno.

Vediamo ora nello specifico come organizzare le vacanze col cane in base alla meta da te scelta.

In spiaggia

Quando si pensa alle vacanze il primo pensiero va al mare. Soprattutto per chi di noi abita in città.

Alcune razze e soggetti vanno letteralmente matti per l’acqua. Adorano nuotare e giocare in acqua o sulla spiaggia, e vi passerebbero ore. Se anche tu vivi con un soggetto appartenente a questa categoria, andare al mare per voi sarà un vero e proprio divertimento.

Ecco per te alcune semplici regole per recarti al mare col cane in totale serenità:

  • Frequenta la spiaggia solo nelle prime ore del mattino e in quelle serali. Le ore centrali della giornata sono troppo calde perché il cane possa stare in spiaggia con te. Il sole è troppo caldo e la sabbia troppo rovente per le sue zampe.
  • Anche se è un fanatico del nuoto, cerca di dargli dei momenti di riposo in modo da evitare che si stanchi eccessivamente, soprattutto se è poco allenato, se è un po’ sovrappeso o se è un soggetto col muso schiacciato quindi con maggiori difficoltà respiratorie.
  • L’acqua di mare, se bevuta in grande quantità, può provocare momentanei problemi intestinali. Quindi potresti vedere che il tuo cane va in dissenteria, anche in modo abbastanza importante. Non ti spaventare, è solo l’effetto dell’acqua salata. Dagli il tempo di rimettersi. Fai molta attenzione a che non esageri con l’ingestione di acqua salata.
  • Privilegia spiagge per cani, se sei in una zona in cui sono presenti, così che anche gli altri fruitori della spiaggia apprezzino la presenza del tuo cane con il loro.

Vuoi farti promuovere ne LeROSA?

Contattaci

In montagna

Per molti cani la montagna sembra rappresenti la meta ideale. Temperature più fresche, prati sterminati in cui correre, meno affollamento di gente.

Anche in questo caso è di rigore la scorta di acqua e la ciotola per ogni escursione. Oltre a questo ricordati sempre che:

  • è meglio per il tuo cane fare attività a stomaco vuoto o dopo un pasto leggero. Quindi, se hai in programma una camminata con lui, ti consiglio di dargli solo uno spuntino la mattina e un secondo piccolo spuntino in pausa pranzo. Potrà poi godersi il pasto vero e proprio la sera, prima del riposo notturno, quando avrà tutto il tempo per digerire il cibo.
  • In vacanza siamo tutti portati a muoverci di più di quello che facciamo a casa. Lo stesso vale anche per il tuo cane. Questo potrebbe stimolare il suo appetito. Di conseguenza potrebbe essere necessario aumentargli un po’ le dosi di cibo. L’aria di montagna e la maggiore attività fisica all’aperto potrebbero aumentare le sue esigenze di energia. Portati quindi una scorta di cibo maggiore di quella che abitualmente consuma a casa nello stesso numero di giorni.
  • Fai molta attenzione alle zampe, soprattutto se organizzi passeggiate su terreni ciottolosi e sterrati. I suoi cuscinetti, non abituati a tanto movimento e a un terreno così particolare, potrebbero ferirsi. Controllargli quotidianamente le zampe. Dovesse succedere il danno, tieni a portata di mano una crema da applicare sui cuscinetti più volte al giorno e delle scarpine protettive per le passeggiate igieniche mentre i cuscinetti guariscono.
  • Fai attenzione a tenerlo al guinzaglio in zone dove ci sono animali selvatici a cui potrebbe dare la caccia e a cui potrebbe fare del male, o da cui potrebbe subire attacchi ed essere a sua volta ferito.

In campeggio

Se in qualunque situazione la presenza di un cane implica il massimo rispetto e la massima attenzione verso gli altri utenti, credo che in campeggio questa necessità venga amplificata.

Se la tua vacanza col cane ti ha portato in campeggio, ecco alcune regole importanti per la buona convivenza del tuo cane con te e gli altri campeggiatori:

  • Tieni sempre il cane al guinzaglio all’interno dell’area del campeggio. Anche se il tuo cane è molto educato, è meglio non dargli la possibilità di infastidire gli altri campeggiatori.
  • Scegli di posizionare la tua tenda o il tuo camper in una zona vicino agli alberi, in modo da garantirti ombra e riparo dal sole a qualunque ora del giorno.
  • Puoi creare un recinto attorno alla tua tenda o al tuo camper con paletti e rete ombreggiante per permettergli di stare libero nella tua piazzola.
  • All’interno della tua area, dedica uno spazio esclusivamente a lui, con cuccia e ciotola dell’acqua, dove possa mangiare e riposare tranquillo.

In hotel

Portare il cane in hotel implica che il cane sia davvero ben educato e rispettoso degli spazi che va ad occupare. Pur optando per una struttura pet-friendly, tieni in considerazione anche questi dettagli:

  • quando selezioni l’hotel dove soggiornare, controllane la posizione. Ti suggerisco un albergo lontano dal centro abitato e con un po’ di verde attorno, così da avere garantite le mete per le passeggiate della mattina e della sera.
  • Per poter passare del tempo in una stanza d’albergo, il tuo cane deve essere capace di stare solo in posti nuovi, senza fare danni e senza disturbare con abbai o ululati. Sarà quindi necessario, valutare questa sua capacità prima della partenza.
  • Porta con te la sua coperta, la cuccia, il suo cuscino o il suo trasportino, in modo da ricreare un angolo di casa sua nella stanza di albergo. In questo modo eviterai che possa salire sul letto della camera d’hotel in cerca di un posto comodo dove riposare.
  • Scegli un angolo per la ciotola del cibo e dell’acqua. I luoghi più adatti sono il bagno o il terrazzo, se la tua stanza ne è dotata. In questo modo sarà più semplice pulire in caso di piccoli incidenti come rovesciare un po’ di acqua mentre beve o sbrodolare del cibo mentre mangia.
  • Ricordati di portare un telo per pulire le zampe del tuo cane prima di entrate in albergo. Come noi puliamo le suole delle scarpe prima di entrare in un luogo chiuso per rispetto di chi lo pulisce e gestisce, è bene fare la stessa cosa con zampe e mantello del nostro cane. Questo è molto utile per mantenere la stanza pulita, soprattutto se dovessero capitare giornate di pioggia.

In appartamento

Affittare un appartamento per le vacanze è quasi come avere un seconda casa. Qui si gode della massima libertà di movimento e di gestione degli spazi. Ma essendo una seconda casa in affito, anche in questo case è bene fare in modo di non lasciare un cattivo ricordo del vostro passaggio.

  • Permetti al tuo cane di avere un po’ di tempo per conoscere e abituarsi al nuovo ambiente. Lui non può sapere che quel cambio casa è solo temporaneo.
  • Stabilisci quali sono le stanze a cui ha accesso e quali no, facendo rispettare al tuo cane questi limiti.
  • Se affitti un appartamento con giardino per lasciare più libertà al tuo cane, fai attenzione che lui non lo danneggi, mangiando piante, distruggendo la recinzione o scavando buche nel terreno.

Quando vai in vacanza col cane organizza il tuo itinerario a misura del tuo cane, facendo con lui attività e visitando luoghi che siano alla sua portata, così da averlo il più spesso possibile con te.

Lascialo solo il minor tempo possibile. Se è con te in ferie, è bello che possa frequentare ed esplorare il mondo delle vostre vacanze insieme a te. Se ti sei dedicato alla sua educazione nei mesi precedenti, non troverai alcuna difficoltà a lasciarlo solo in albergo, in campeggio o in appartamento, mentre tu ti godi una bella cena fuori. Dopo la giornata passata insieme, lui potrà aspettare il tuo ritorno dormendo e riposando.

Un cane educato può venire con te ovunque, anche e soprattutto in vacanza. La parola d’ordine è il massimo rispetto per i luoghi che vi ospiteranno, per le persone che incrocerete e per le esigenze del tuo cane.

Vuoi scrivere all’espert* di questo articolo?

Contattaci

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Fiorenza Merati

Fiorenza Merati

Da sempre appassionata di ambiente, natura, animali e di cani in particolare. Lavoro coi cani da oltre 15 anni. Ho seguito e seguo corsi e stage sulle diverse tematiche della cinofilia. Ma ciò che più mi interessa e appassiona é la parte emozionale, relazionale e di comunicazione coi cani. Amo lavorare sulla comprensione della parte emozionale del cane, che è quella che sta alla base della relazione con il proprietario. Tutto questo mi ha portato ad avvicinarmi allo studio e alla pratica del metodo della zoofarmacognosia applicata. Un metodo basato sulla PsicoAromaterapia che, attraverso l'uso di oli essenziali e altri rimedi, aiuta il cane nella sua parte più emozionale e ne migliora il benessere.

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori


E per conoscere la Founder del progetto LeROSA, Giulia Bezzi, esperta SEO e Content Marketing, scegli i libri nei quali sono presenti i suoi contributi:

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora