come eliminare le pulci dal mio cane

Come eliminare le pulci dal mio cane?

Le pulci del cane sono dei fastidiosi parassiti che possono infestare il pelo del tuo cane soprattutto nella stagione calda. Il primo sintomo che ti porta a pensare che il tuo cane possa avere le pulci è vederlo grattarsi in modo insistente e continuo. Per avere la conferma puoi provare a mettere il cane su un telo bianco e spazzolarlo utilizzando un pettinino a maglie strette.

Se su questo telo bianco vedi comparire dei puntini neri, che bagnati danno poi delle macchie rosso scuro, il tuo cane ha le pulci. I puntini che compaiono sul telo bianco sono infatti gli escrementi che le pulci hanno lasciato nel suo pelo. Quindi, purtroppo, devi correre ai ripari per liberare il tuo cane e la tua casa da questi odiosi parassiti.

Le pulci sono degli ectoparassiti che si nutrono del sangue del loro ospite e, come tanti altri parassiti, possono veicolare alcune malattie. In particolare sono il vettore della tenia canina, un nematode che va ad infestare l’intestino del cane, dando come sintomi:

  • vomito;
  • diarrea;
  • perdita di peso;
  • prurito, localizzato soprattutto nella zona anale.

Un’altra patologia che le pulci del cane riescono frequentemente a veicolare è la dermatite allergica da pulci. Tanti cani sono allergici alla saliva delle pulci e basta la puntura di pochi individui a scatenare la reazione allergica. In questo caso il prurito raggiunge livelli davvero esagerati e, se non trattata, può portare a infezioni della pelle e perdita del pelo, a cui si aggiungono una forte debilitazione e lo stress legato al fastidio che il prurito e l’irritazione procurano al cane.

Le pulci possono infestare anche l’ambiente in cui vive il cane, con una capacità di riproduzione davvero strabiliante. Una femmina di pulce può deporre sul cane che la ospita fino a 20 uova al giorno. Tali uova possono disperdersi nel tuo appartamento, nella cuccia del tuo cane, e anche su tappeti, divani, coperte, fino a svilupparsi in individuo adulto che tornerà a nutrirsi del sangue del tuo cane. Ciascun organismo può permanere sul cane per 2-3 mesi e, in questi mesi, le femmine continuano a produrre uova.

Le pulci del cane sono molto dotati dal punto di vista atletico, grazie ad un paio di zampe posteriori che ne permette dei salti incredibili in confronto alle sue dimensioni.

Queste loro caratteristica fanno sì che possano diffondersi molto rapidamente e con estrema facilità.

Eliminare le pulci in poche mosse

Visti i problemi che possono arrecare le pulci del cane, diventa fondamentale riuscire ad eliminarle. Per farlo puoi intervenire utilizzando prodotti specifici di tipo chimico oppure prodotti naturali.

I prodotti chimici possono avere azione insetticida e/o repellente. In particolare possiamo distinguere:

  • bagni antiparassitari;
  • collari;
  • spot on;
  • spray.

Inizia con il fare al tuo cane un bagno con shampoo antiparassitario, facendo molta attenzione a lavare bene tutto il corpo del cane, in modo che lo shampoo possa agire nel modo più efficace possibile.

Dopo il bagno, asciuga bene il cane e procedi con l’applicazione dell’antiparassitario sul pelo completamente asciutto. Si è vero, dopo il bagno è bene aspettare uno o due giorni prima di mettere l’antiparassitario, in modo che si riformi lo strato di grasso cutaneo che favorisce la dispersione dell’antiparassitario sul corpo del cane, ma in questo caso, è meglio metterlo subito, per evitare che qualche sopravvissuta al bagno possa riprodursi e rendere vano il lavaggio.

Fai sempre attenzione alla buona tolleranza dei prodotti che applichi sulla cute del tuo cane. Se vedi una reazione allergica o irritante, interrompi l’utilizzo e consulta il tuo veterinario.

Il mercato mette a disposizione diversi prodotti, dai pratici collari ai prodotti spot on da applicare sulla schiena del cane. Scegli quello più adatto al tuo cane, facendo molta attenzione alle possibili reazioni allergiche.

Per quel che riguarda le alternative naturali agli antiparassitari chimici, puoi scegliere fra 3 opzioni di base:

  • aceto bianco;
  • aceto di mele;
  • olio di Neem.

A una di queste basi puoi aggiungere alcuni oli essenziali per aumentare il potere repellente. Alcune opzioni possono essere:

  • lavanda;
  • cedro;
  • citronella;
  • geranio;
  • timo;
  • rosmarino.

Per creare il tuo antiparassitario naturale diluisci poche gocce dell’olio essenziale scelto nell’aceto di mele o nell’aceto bianco, diluiti a loro volta con l’acqua o nell’olio di Neem, diluito con dell’olio di mandorle dolci. Metti questa soluzione in una bottiglia e spruzzalo su di un panno con cui passerai tutto il corpo del cane, facendo attenzione a evitare occhi e mucose. Aceto e olio di Neem sona già da soli degli ottimi repellenti per le pulci. Scegliere tra aceto e olio di Neem può essere dettato dal fatto che alcuni cani non tollerano bene l’olio di Neem, quindi per loro potrebbe essere meglio usare un prodotto meno allergizzante come l’aceto.

Questo tipo di antiparassitario ha una durata più limitata sul corpo del cane rispetto a quelli di tipo chimico, quindi dovrai procedere a rinnovare l’applicazione circa una volta a settimana.

Attenzione sempre al fatto che anche se sono prodotti naturali non significa che non possono creare problemi di allergia o irritazione alla cute del tuo cane, né che possono essere usati senza le dovute cautele. Fai quindi sempre molta attenzione alle possibili reazioni allergiche.

Un elemento fondamentale da non dimenticare è la stazza del tuo cane. Per un cane piccolo devi adeguare le dosi alla sue dimensioni. È molto facile rischiare l’intossicazione con un cane di piccole dimensioni se non si presta la massima attenzione alle dosi. Lo stesso vale se hai un cucciolo, perché i cuccioli sono soggetti più delicati e sensibili degli adulti.

Anche in questo caso fai precedere l’applicazione del trattamento da un bagno antiparassitario.

Vuoi farti promuovere ne LeROSA?

Contattaci

Come eliminare le pulci da casa

Se il tuo cane ha le pulci, molto probabilmente anche la tua casa ha le pulci. Quindi, oltre a trattare il tuo cane è importante anche disinfestare casa.

In primo luogo dovrai provvedere a lavare cucce, teli, coperte e giochi del tuo cane. Un bel lavaggio in lavatrice ad alta temperatura e con un detergente disinfettante ti permetterà di eliminare uova e pulci rimaste tra le fibre di qeusti tessuti.

Provvedi anche alla pulizia di divani, tende, tappeti in tutte le stanze in cui ha accesso il cane. Usa l’aspirapolvere così da aspirare sia pulci adulte che uova. Su tappeti e divani puoi spargere del sale o del bicarbonato e lasciarlo in posa per alcune ore, in modo da creare un ambiente molto secco e non adatto alla proliferazione delle pulci, dato che entrambi questi composti tendono ad assorbire l’umidità. Passa poi l’aspirapolvere e alla fine di tutto elimina il sacchetto facendo bene attenzione quando lo maneggi.

Se hai un terrazzo o un giardino, puoi piantare lavanda, rosmarino e assenzio, che faranno da repellente naturale per questi parassiti. Se hai un giardino, mantieni l’erba del prato ben tagliata. L’erba bassa favorisce l’aerazione del terreno e riduce il ristagno di umidità, rendendo così l’amboente meno adatto alla proliferazione delle.

Dopo la pulizia, puoi spargere dei trucioli di cedro, per rendere ulteriormente inospitale la tua casa e il tuo giardino per le pulci del cane, mettendole in particolare nelle zone dove il cane si riposa. Fai sempre attenzione che non creino problemi al tuo cane. Se vedi reazioni negative da parte sua, rimuovi immediatamente i trucioli, onde evitare di creargli problemi.

Come prevenire il ritorno delle pulci sul pelo del cane

Una volta debellata questa infestazione da pulci, e riportata alla normalità anche la situazione in casa, è importante fare in modo che questo evento non si ripresenti.

Mantieni quindi sempre protetto il tuo cane con un antiparassitario, naturale o chimico, durante tutto il periodo caldo.

Dato che nei mesi freddi, il riscaldamento nelle nostre case fa sì che le pulci possano comunque continuare a vivere e riprodursi, anche se con una diffusione molto inferiore, continua a proteggere il tuo cane dalle pulci con un antiparassitario.

Nei mesi invernali puoi concederti l’utilizzo di un antiparassitario più leggero, specifico solo per pulci e zecche, proprio perché il rischio di infestazione è più basso. Per poi tornare ad alzare la guardia durante i mesi caldi.

Tieni sempre il tuo cane pulito e spazzolato. Puoi scegliere se lavarlo tu a casa o affidarti a un bravo toelettatore. Usa lo shampoo antiparassitario solo in caso di effettiva infestazione da pulci, altrimenti utilizza un buono shampoo e provvedi solo dopo il lavaggio a proteggere il tuo cane con l’antiparassitario scelto.

Spazzolarlo e tenere sempre controllato il suo pelo è una cosa importante non solo per tenere sotto controllo altri possibili attacchi da parte delle pulci del cane, ma anche per garantire sempre un buon livello di igiene da questi e da altri parassiti. L’igiene e il controllo del pelo del tuo cane, garantisce la protezione da questi parassiti anche per l’interno della tua casa.

Vuoi scrivere all’espert* di questo articolo?

Contattaci

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Fiorenza Merati

Fiorenza Merati

Da sempre appassionata di ambiente, natura, animali e di cani in particolare. Lavoro coi cani da oltre 15 anni. Ho seguito e seguo corsi e stage sulle diverse tematiche della cinofilia. Ma ciò che più mi interessa e appassiona é la parte emozionale, relazionale e di comunicazione coi cani. Amo lavorare sulla comprensione della parte emozionale del cane, che è quella che sta alla base della relazione con il proprietario. Tutto questo mi ha portato ad avvicinarmi allo studio e alla pratica del metodo della zoofarmacognosia applicata. Un metodo basato sulla PsicoAromaterapia che, attraverso l'uso di oli essenziali e altri rimedi, aiuta il cane nella sua parte più emozionale e ne migliora il benessere.

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori


E per conoscere la Founder del progetto LeROSA, Giulia Bezzi, esperta SEO e Content Marketing, scegli i libri nei quali sono presenti i suoi contributi:

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora