come-scegliere-fondotinta

Come scegliere il fondotinta per te

Il fondotinta è il prodotto d’eccellenza per la base viso. Un cosmetico molto apprezzato anche dalle donne che non amano sperimentare con il make up, perché permette di cancellare dal viso le imperfezioni e i segni della stanchezza.
Non solo.
Nei mesi più freddi svolge anche una funzione idratante e protettiva della pelle del viso, diventando così l’alleato perfetto contro arrossamenti e screpolature.

Scegliere quello più adatto al proprio incarnato e alla propria pelle non è sempre facile, per questo ho pensato di scrivere questa guida in cui ti spiegherò come:

  • scegliere il fondotinta in base al tuo incarnato
  • individuare la texture più adatta alla tua pelle
  • definire il colore perfetto per te

Che tu sia un’appassionata dei make up super costruiti o preferisca il trucco acqua e sapone, poco importa: tutto inizia con l’applicazione del fondotinta!

Scegliere il fondotinta in base all’incarnato

Il primo passo per scegliere il fondotinta perfetto è quello di individuare il colore del tuo incarnato.
In questo modo sarà facile capire quale tonalità di fondotinta è la più adatta per il tuo viso.
Il fondotinta, infatti, dovrebbe assicurare un effetto vedo-non-vedo naturale. Una volta applicato la grana e la luminosità della pelle migliorano, ma senza un effetto colore troppo marcato.

Ti ricordi il post dove ti ho parlato dell’armocromia? Il sottotono è uno degli elementi fondamentali per determinare la stagione di appartenenza e rappresenta la temperatura del colore della nostra pelle.
Se hai una pelle a sottotono freddo, il tuo fondotinta dovrà essere preferibilmente rosato. Con sottotono neutro via libera la beige, mentre con un sottotono caldo preferisci colorazioni dorate.

Vuoi farti promuovere ne LeRosa?

Contattaci

Scegli il fondotinta per la texture

Quello del fondotinta è un mercato estremamente ampio.
Le formule di questo prodotto sono tante, come districarsi nella scelta della texture giusta?
Con il termine texture si indica la consistenza del prodotto. Nel caso del fondotinta, questa scelta è particolarmente importante perché deve assecondare le esigenze della pelle.

  • Fondotinta liquido: è la texture più diffusa e una delle più semplici da usare. Si tratta del classico fondotinta con applicatore a pompetta o in tubetto, che può essere steso anche direttamente con le dita, come fosse una crema.
    Ha una consistenza piacevole da applicare e la sua peculiarità è quella di creare un effetto “seconda pelle”.
    È il prodotto giusto per te se la tua pelle è normale o tende ad essere secca, perché la consistenza leggermente più ricca ti aiuta a prevenire la disidratazione superficiale.
  • Fondotinta cremoso: questo tipo di fondotinta è solitamente contenuto in un barattolo, proprio come accade con le creme viso. Ha una consistenza molto ricca, che richiede l’applicazione con pennello o spugnetta per evitare gli accumuli e gli stacchi di colore, soprattutto nella zona del collo e del contorno del viso.
    Non di rado questo tipo di prodotto unisce il make up al trattamento vero e proprio, per questo è indicato se la tua pelle è molto secca o per un trucco su pelle matura.
  • Fondotinta in polvere: lo puoi trovare in polvere libera o compatta ed è perfetto se la tua pelle è mista o grassa e tende a lucidarsi. Il fondotinta in polvere è la punta di diamante del trucco minerale e, soprattutto nella versione compatta, è comodissimo da portare in giro per dei ritocchi veloci.
    Garantisce un’applicazione modulabile, che aumenta di intensità in base agli strati di prodotto che si andranno ad applicare.
    Il trucco in più? Lo puoi usare anche come cipria per fissare un fondotinta liquido.
  • Fondotinta in stick: la parola d’ordine è praticità! Il fondotinta in stick coniuga il comfort del fondotinta fluido alla comodità di un’applicazione facile e veloce.
    Comodo in viaggio, puoi acquistarlo in più tonalità ed usarlo anche per il contouring.
  • Fondotinta siero: leggero e impalpabile, il fondotinta in siero regala un viso di velluto. Le formule sono arricchite con mix di oli naturali nutrienti, per un trattamento profondo adatto alle pelli che tendono ad essere molto secche. Non è invece adatto se hai la pelle grassa, perché la luciderebbe ancora di più.
    Si presentano con un applicatore in contagocce e per un effetto naturale è sufficiente una piccola quantità.
    Con questo fondotinta l’alta performance è garantita, perché sono dei veri e propri subliminatori dell’incarnato.

Come scegliere il colore giusto per te

Arrivata a questo punto non ti resta che scegliere il tuo fondotinta perfetto!
L’effetto sul viso deve essere il più naturale possibile, nella scelta ricordati sempre che il fondotinta deve farti sentire a tuo agio.
Non devi avere la sensazione di averlo applicato, per capirci, ma come con la crema una volta messo su te lo devi letteralmente dimenticare.
La nostra pelle tende a cambiare. Il suo colore potrebbe subire lievi variazioni nel corso dell’anno, ad esempio in base alla stagione; alcune zone potrebbero richiedere una tonalità diversa dal resto del viso.

Per questo motivo, il mio consiglio è quello di non acquistare una sola tonalità, ma di individuare un colore di base più uno più chiaro e uno più scuro con cui andare a modularlo, per un match perfetto con la tua pelle!
Nonostante ogni linea di fondotinta abbia ormai a disposizione tantissime colorazioni, questo resta l’unico modo per avere un colore realmente personalizzato per le proprie esigenze.

Una volta individuati i colori in base al tuo incarnato, non dimenticare la prova colore.
Per fare questa valutazione, è importante seguire qualche piccolo accorgimento che ti aiuterà a ridurre la possibilità di sbagliare:

  • prova il fondotinta su pelle nuda, senza aver già applicato un prodotto colorato per la base viso;
  • valuta il colore alla luce naturale, perché le luci artificiali alterano le tonalità;
  • non limitarti a provarlo sulla parte interna del polso ma applicalo anche su parte del viso e del collo per vedere l’effetto complessivo;
  • scegli un colore leggermente più chiaro del tuo, perché le colorazioni troppo scure mettono in evidenza le imperfezioni;
  • valuta in base al momento dell’anno, tenendo presente che da maggio a settembre la produzione di melanina altera il colore della pelle.

Vuoi scrivere all’espert* di questo articolo?

Contattaci

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Carlotta Stacchini

Carlotta Stacchini

Nel 2010 ho aperto il mio blog estetarisponde , che nel corso degli anni è diventato il mio salotto virtuale da cui dispensare consigli di bellezza. Oggi posso dire con orgoglio che il mio blog è un progetto lavorativo appassionante, che ogni giorno mi dà stimoli nuovi e che mi permette di esplorare le incredibili opportunità del web. Sono un’italiana innamorata della sua terra e del suo stile di vita.

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori

 

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora