vacanza-con-il-cane-destinazioni-e-consigli

Vacanza con il cane, destinazioni e consigli

Estate, tempo di vacanze e per chi ha un cane, più tempo da passare con lui. Organizzare una vacanza con il cane richiede una maggiore attenzione in modo tale da pensare al suo benessere e renderle più piacevoli.

Nell’articolo precedente trovi altri utili consigli per quel che riguarda il tuo soggiorno con il tuo cane in albergo, campeggio o appartamento.

Quello a cui tengo sottolineare, quando parti per le vacanze con il tuo cane, è di fare attenzione in particolare a tre aspetti:

  • L’alimentazione: che dovrà essere adeguata all’attività fisica che farà il tuo cane, ed è preferibile somministrare il pasto principale a fine giornata.
  • L’attività fisica: fai in modo che il tuo cane non si stanchi troppo. Tu lo consoci e sai quanta attività fa durante l’anno. Scegli gite e attività adeguate alla sua condizione fisica e allo stato di salute.
  • Attenzione al caldo: il colpo di calore è dietro l’angolo in estate. E oltre a essere correlato alle alte temperature dei mesi estivi, è anche strettamente correlato con l’attività fisica che fai fare al tuo cane.

Consigli per viaggiare con il cane

La prima cosa da fare quando prima di partire per una vacanza con il cane, è assicurarti di avere i suoi documenti a posto. Verifica di essere in regola con i vaccini obbligatori, nella località della tua destinazione.

In generale, per poter viaggiare è importante che il cane sia munito di passaporto e di vaccinazione antirabbica, fatta almeno 30 giorni prima della partenza. È buona norma farsi fare dal veterinario anche un certificato di buona salute, o comunque almeno fare un controllo prima della partenza.

Prepara poi la sua valigia, dove non può mancare:

  • Cibo sufficiente per tutto il periodo del soggiorno. Io in genere preferisco abbondare, non si sa mai, capita un giorno di intensa attività per cui il cane avrà bisogno di una razione più abbondante o per qualunque motivo il ritorno viene ritardato di uno o due giorni. Meglio avere un minimo di scorta.
  • Ciotole per cibo e acqua. Per l’acqua sono molto comode le ciotole pieghevoli che possono essere infilate in borsa per qualunque spostamento.
  • Borraccia sempre piena di acqua per gli spostamenti sul luogo di villeggiatura, ma anche per le soste durante il viaggio.
  • Una copertina o una cuccia. Io adoro le cucce da viaggio. Chiuse sono come delle borse, aperte sono dei comodi materassini.
  • Antiparassitario spray per ogni evenienza e kit di pronto soccorso.
  • Numero di telefono e indirizzo di un ambulatorio veterinario in zona vacanze.
  • Salviette per asciugare il cane, dopo il bagno in mare o dopo una passeggiata sotto l’acqua in un giorno di pioggia.
  • Spazzola.
  • Qualche snack.
  • Un paio di palline o giochi per spiaggia o prati.
  • Museruola. Potrebbe sempre servire per funivie in montagna o qualunque mezzo pubblico su cui il cane dovrà salire, in qualunque altra località.
  • Sacchetti per le deiezioni.

Una volta pronta la valigia del tuo cane, si può partire. Con che mezzo?

  • Auto: stabilisci delle soste lungo il percorso per garantirgli la possibilità di fare i bisognini e per sgranchirsi un po’ le zampe. Se il viaggio sarà molto lungo, meglio partire la mattina presto o la sera. Così non sarete costretti sotto il sole in caso abbiate la sfortuna di imbattervi in lunghe code.
  • Treno: il cane deve essere abituato a stare in gabbia. In base alla durata del viaggio lasciagli a disposizione acqua e una traversina per i bisogni, nel caso non ce la faccia a reggere per tutto il viaggio e sia impossibile poterlo fare uscire. Informati se il cane può viaggiare con te o è costretto a viaggiare in un vagone a parte. Informati attraverso il regolamento della compagnia di treni con cui viaggi.
  • Nave: in genere il viaggio è simile a quello in treno, ma un po’ più confortevole. Dato che in genere la nave dovrebbe avere un’area dedicata ai cani, per farli muovere un po’ e fare i bisogni. Anche qui informati con il regolamento della compagnia con cui viaggi. Potrebbe essere previsto che il cane stia nella tua auto o in gabbie appositamente messe a disposizione. Potrai tenerlo in cabina se l’hai prenotata.

In tutti i casi, assicurati che il cane abbia fatto i bisogni e abbia potuto correre e muoversi un po’ prima di essere chiuso nel mezzo di trasporto. In questo modo, penserà a riposarsi e a dormire, così potrà viaggiare più sereno e viaggerai più sereno anche tu.

Vuoi farti promuovere ne LeROSA?

Contattaci

Vacanze con il cane in montagna

La montagna sembra spesso il posto ideale dove portare in vacanza il cane. Ma fai bene attenzione a non farlo con leggerezza.

Quando decidi di trascorrere le tue vacanze in montagna, considera alcuni elementi fondamentali:

  • Le passeggiate che deciderai di fare col tuo cane devono essere alla portata del suo stato di salute, livello di allenamento, razza ed età. I percorsi in montagna, tra salite, discese, sentieri ciottolosi, possono davvero sfinire un cane non allenato. Nonostante la gioia e l’entusiasmo che può dimostrarti.
  • Porta sempre dell’acqua con te. La fatica fa disidratare e quindi è importante reintegrare l’acqua persa bevendo molto, vale per te e vale anche per il tuo cane.
  • Fai attenzione alle previsioni meteo che potrebbero rendere ben poco piacevoli le passeggiate con lui.
  • L’aria di montagna e la maggiore attività fisica stimoleranno il suo appetito. Meglio abbondare con la razione della sera, dopo lunghe corse e giochi.
  • Fai molta attenzione agli animali selvatici: per la loro incolumità, se il tuo cane rischia di andare a predarli, per l’incolumità del tuo cane se c’è il rischio che vada a disturbarli e ne venga attaccato.
  • Attenzione a vipere e vespe di terra. Spesso il cane curiosando e ficcando letteralmente il naso ovunque in esplorazione di nuovi fantastici odori, non si rende conto di andare a infilare il naso nel posto sbagliato.

Vacanza col cane al mare

Quando hai un cane che si butta in ogni pozzanghera, laghetto, torrente o roggia che trova, non puoi che renderlo felice portandolo al mare.

Fortunatamente ormai in Italia, e non solo, esistono tante spiagge pet friendly che permettono di portare il cane a nuotare al mare in totale serenità.

Qualche piccolo importante accorgimento:

  • Prediligi le prime ore del mattino e quelle serali per portare il cane in spiaggia. L’ho già detto mille volte, ma non riesco a evitare di ricordalo.
  • Fallo nuotare solo se è a stomaco vuoto. In base al tipo di alimentazione, la loro digestione potrebbe essere molto lunga e, soprattutto i cani di grossa taglia, sono a rischio di torsione dello stomaco in caso di attività fisica dopo il pasto.
  • Nelle ora centrali della giornata, anche se la spiaggia è attrezzata con ombrelloni e ripari, è sempre meglio lasciare il cane in un ambiente più fresco, dove può dormire e rilassarsi in attesa della prossima nuotata in orario più consono.
  • Dopo il bagno in acqua salata, ricordati di provvedere al risciacquo del pelo del cane. In modo da rimuovere il sale che potrebbe danneggiare il pelo e irritare la cute.

Questi che ho elencato sopra sono solo alcuni consigli che spero possano tornarti utili per goderti al meglio una vacanza con il cane. Si tratta di consigli generali, ma come per tante altre cose, ogni cane è un mondo a sé, quindi cerca di adeguare i tuoi orari, le tue attività e i tuoi spostamenti alle caratteristiche del tuo cane.

Vuoi scrivere all’espert* di questo articolo?

Contattaci

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Fiorenza Merati

Fiorenza Merati

Da sempre appassionata di ambiente, natura, animali e di cani in particolare. Lavoro coi cani da oltre 15 anni. Ho seguito e seguo corsi e stage sulle diverse tematiche della cinofilia. Ma ciò che più mi interessa e appassiona é la parte emozionale, relazionale e di comunicazione coi cani. Amo lavorare sulla comprensione della parte emozionale del cane, che è quella che sta alla base della relazione con il proprietario. Tutto questo mi ha portato ad avvicinarmi allo studio e alla pratica del metodo della zoofarmacognosia applicata. Un metodo basato sulla PsicoAromaterapia che, attraverso l'uso di oli essenziali e altri rimedi, aiuta il cane nella sua parte più emozionale e ne migliora il benessere.

LeROSA è il mondo che si basa su tre pilastri: Ascoltare Collaborare Sorridere. Scopri come!

QUESTO BLOG NON COSTITUISCE UNA TESTATA GIORNALISTICA.
NON HA CARATTERE PERIODICO ED È AGGIORNATO SECONDO LE DISPONIBILITÀ E LA REPERIBILITÀ DEI MATERIALI.
PERTANTO NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO IN ALCUN MODO UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 2001.

 

Per conoscere tutte le possibilità di collaborazione e promozione della nostra realtà:

I NOSTRI PARTNER

Scoprirecosebelle è il progetto che si occupa del benessere e la felicità di chi lo segue.

Inkalce Magazine non è una semplice rivista, ma uno strumento di marketing che ha scelto noi per raccontare storie di impresa online.

Sostieni la nostra partnership con Crystal Eye Shop acquistando le opere delle nostre LeROSA artiste stampate su magliette, felpe e accessori


E per conoscere la Founder del progetto LeROSA, Giulia Bezzi, esperta SEO e Content Marketing, scegli i libri nei quali sono presenti i suoi contributi:

Sei dei nostri?

vuoi conoscere le nostre attività? Leggi la nostra newsletter.

Iscriviti ora